"/>
domenica 22 ottobre 2017 05:00:17
omnimilano

VIOLENTÒ VICINA DI CASA, ARRESTATO 42ENNE

9 febbraio 2017 Senza categoria

Arrestato dai carabinieri il 42enne Andrea Sammartano, con precedenti per spaccio, furto e rapina. L’uomo aveva violentato nel febbraio 2010 la vicina di casa, ai tempi 40enne, nell’androne di un palazzo di Rozzano. L’uomo è stato condannato a 5 anni e 6 mesi di carcere. La vittima è un’impiegata, che viveva assieme al marito e i figli e conosceva l’arrestato: abitano in palazzi uno di fronte all’altro e si salutavano quando portavano i cani a passeggio.
Lo stupro risalente a febbraio del 2010, è avvenuto di sera: Sammartano si era appostato all’ingresso del palazzo con il volto coperto da un cappello e una sciarpa. Alle 21.45 ha sorpreso la donna mentre rincasave e l’ha trascinata nell’androne, dove l’ha poi violentata. Verso le 22.30 l’uomo era scappato e la vittima aveva chiamato i soccorsi: il 118 aveva portato la 40enne in ospedale e i carabinieri in poco tempo avevano rintracciato il vicino di casa. Ad incastrarlo, nonostante si fosse camuffato, è stata una cicatrice tra naso e occhio rimasta scoperta. L’uomo, all’epoca 35enne, era stato arrestato e ha passato un anno e mezzo tra carcere e domiciliari. A seguito del processo per violenza sessuale la compagna convivente da cui ha avuto dei bambini lo ha lasciato e l’uomo torna a vivere dai genitori. A quanto riferito dai carabinieri nel processo Sammartano si è difeso dicendo di aver passato quella sera di febbraio in un bar di Rozzano giocando alle slot machine con degli amici. La vittima, però, ha riconosciuto il suo tono di voce, dicendo che le parole pronunciate nel corso dello stupro, “stai ferma”, l’hanno segnata per tutta la vita. Ora il 42enne è stato portato a San Vittore, condannato in via definitiva a 5 anni e 6 mesi.

Condividi questo articolo