"/>
giovedì 21 settembre 2017 05:24:47
omnimilano

VIA NOALE, NASCONDEVA DROGA DIETRO ACQUARIO IN CASA: ARRESTATO

29 maggio 2017 Cronaca

La Polizia di Stato, durante il servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha arrestato venerdì sera a Milano un ragazzo italiano di trentuno anni per detenzione e spaccio di droga. L’attività investigativa ha portato gli agenti del Commissariato Lorenteggio a chiudere il cerchio attorno ad uno spacciatore che gestiva lo spaccio nella propria abitazione in via Noale. Approntato un servizio di osservazione presso l’appartamento del giovane, i poliziotti sono intervenuti nel momento in cui la porta di casa si è aperta ed è uscito un milanese ventinovenne che ha immediatamente ammesso ai poliziotti di possedere per uso personale la marijuana rinvenutagli addosso.
I poliziotti del Commissariato Lorenteggio hanno, quindi, esteso la perquisizione all’appartamento e, dopo aver rinvenuto della cocaina in un mobile nel soggiorno e dell’hashish sulle mensole, sono stati attratti da una presa di corrente elettrica, posta dietro una teca acquario, sporca di intonaco bianco in netto contrasto con la vernice della parete. Accertata che la presa non era funzionante, gli agenti hanno scoperto che all’interno della parete vi era murata una cassaforte: all’arrivo della compagna del proprietario di casa che aveva le chiavi della cassaforte, motivo per cui è stata poi indagata per lo stesso reato, i poliziotti hanno rinvenuto quasi 70 grammi di cocaina, oltre 20 grammi di hashish e poco meno di un etto di marijuana confezionata a sfere.

Condividi questo articolo