"/>
giovedì 24 agosto 2017 01:03:37
omnimilano

Venti rapine in farmacia in due mesi, si è giustificato dicendo che era senza lavoro

4 giugno 2016 Cronaca

Venti colpi negli ultimi due mesi: il ‘mestiere’ di rapinatore intrapreso dopo aver visto fallire una piccola attività che aveva in proprio. Così Andrea T., 40 anni, ha motivato le rapine in serie a danno di farmacie per le quali e’ stato arrestato. Il 40enne non ha precedenti significativi e abita a Milano. Subito dopo l’arresto, avvenuto ieri, l’uomo ha confessato numerosi episodi commessi, per altri è sospettato e sono in corso accertamenti. In totale si tratta di oltre 20 rapine commesse da aprile, tutte in farmacie in zona Lorenteggio o Sempione, effettuate da solo, armato di pistola giocattolo, una riproduzione molto realistica, a detta degli inquirenti molto difficilmente riconoscibile anche da occhi esperti.
Ieri pomeriggio è stato catturato mentre stava entrando nella farmacia di via Boni. Aveva parcheggiato lo scooter con le chiavi inserite e il casco appoggiato, pronto all’uso. Lo scooter era già stato utilizzato in altri episodi e la targa era stata in parte individuata, si tratterebbe di un mezzo rubato.
Gli agenti della squadra mobile sono arrivati al 40enne grazie al programma K-crime che ha individuato la serialità e ad una attività di monitoraggio delle farmacie situate nelle zone da lui già colpite. A seguito della perquisizione domiciliare gli agenti hanno anche trovato alcuni capi di abbigliamento che il rapinatore aveva usato durante i colpi. L’arresto di ieri è particolarmente significativo, hanno spiegato gli inquirenti, perché proprio le rapine in farmacia avevano subito una impennata improvvisa di recente, dopo che dai dati degli ultimi 12 mesi comunicati in occasione della festa della Polizia era emersa una generale diminuzione dei reati predatori, compresi quelli ai danni di esercizi commerciali.

Condividi questo articolo