"/>
mercoledì 28 giugno 2017 21:10:23
omnimilano

Un milione di sciarpe giallo-azzurre per accogliere Papa Francesco a Milano e Monza

10 marzo 2017 Cronaca, Papa

Una sciarpa con l’azzurro dell’Argentina, terra natia di Papa Francesco, e il giallo del Vaticano. E’ questo il ricordo che le migliaia di fedeli che parteciperanno alla giornata del 25 marzo, con la presenza del Papa a Milano e Monza, porteranno a casa. La sciarpa permetterà “di colorare l’accoglienza del Papa in quella giornata e di dargli il giusto benvenuto”, spiega la Diocesi. Stampata in un milione di pezzi, unico oggetto di ricordo della giornata, verrà regalata a tutti i fedeli in ognuno dei momenti della Visita a Milano di Francesco e a coloro che si assieperanno lungo i percorsi. Il ricordo è donato dai Fratelli Beretta, Sol Group e Fontana Gruppo. La sciarpa è stata presentata a Monza nella Sala Giunta del Palazzo Comunale in una conferenza stampa alla presenza di monsignor Bruno Marinoni, Moderator Curiae dell’Arcidiocesi di Milano, del sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, di monsignor Silvano Provasi, arciprete del Duomo di Monza e Michele Angelo Verna, direttore generale Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza. Monsignor Bruno Marinoni si è focalizzato sul cuore della giornata, la Santa Messa delle 15 al Parco di Monza. «La scelta di Monza per la Messa» ha detto «è motivata dal desiderio di mostrare come sia una visita non solo a Milano ma a tutte le terre ambrosiane. Celebrare la Messa nel parco è il nostro modo di ridire il Magistero del Papa sul Creato, come ricordato nell’enciclica Laudato si: l’uomo e la natura possono convivere e noi anche in questa occasione lo dimostreremo». Adriano Attus, ideatore del logo, colui che ha disegnato anche la sciarpa, sta compiendo un viaggio in Argentina, spingendosi fino in Patagonia, per far “pellegrinare” la sciarpa nella terra da cui è partito Papa Francesco.

IL MAXI PALCO NEL PARCO DI MONZA PRENDE FORMA – Intanto cresce la struttura del palco su cui si troverà l’altare dove Papa Francesco, il 25 marzo prossimo, celebrerà la Messa nel parco di Monza. Secondo quanto comunica la Diocesi, il palco nei suoi elementi portanti è già interamente montato così come la copertura che tra qualche giorno verrà issata. La struttura è una delle più grandi nel suo genere in Europa. Nell’area dove saranno accolti i fedeli si stanno delimitando i settori e posizionando tutti i servizi per i pellegrini. Il maxi palco, pensato come “simbolo dell’incontro tra culture e fedi”, si compone due grandi torri laterali, in alluminio e ferro che sorreggeranno la copertura, “come i pilastri di un grande ponte gettato da un lato all’altro del lungo frontale a evocare, appunto, lo scambio e l’incontro”. come spiegato dagli organizzatori nei giorni scorsi. Sullo sfondo, invece, si svilupperà la scenografia, realizzata con pannelli in legno, su cui, con un lavoro di intaglio, è stata riprodotta la stessa decorazione del Duomo di Monza, incluso il caratteristico rosone. La struttura, montata davanti a Villa Mirabello, avrà un grande impatto scenico. Significative le sue dimensioni: 80 metri di lunghezza, 30 di profondità, un piano di calpestio alto da terra 3 metri per consentire la massima visibilità.

Condividi questo articolo