"/>
venerdì 24 novembre 2017 00:55:32
omnimilano

Turismo, in Lombardia crescita dell’11% nel 2015: 50% sono stranieri

7 luglio 2016 Cronaca

“Il turismo lombardo nel 2015 e’ cresciuto piu’ che nel resto d’Italia, arrivi e presenze hanno fatto registrare un aumento complessivo dell’11% in tutta la regione (15.639.134 e 37.857.140); la Lombardia e’ oggi piu’ attraente e piace sempre piu’ ai viaggiatori stranieri, che sono ormai piu’ del 50% del nostro mercato”. Lo ha detto Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo economico, presentando il report sul Turismo in Lombardia – Anno 2015 diffuso da Eupolis Lombardia, l’Istituto superiore per la ricerca, la statistica e la formazione di Regione Lombardia. “Expo ha rappresentato sicuramente il calcio d’inizio di una partita ben piu’ complessa che Regione Lombardia ha voluto giocare in prima persona. E i primi risultati positivi stanno arrivando. Con il presidente Maroni – ha spiegato Parolini – abbiamo infatti impresso una forte accelerazione al turismo durante questa legislatura: c’e’ una nuova legge, un impegno economico significativo per valorizzarlo, un nuovo modo di gestirlo e soprattutto una piu’ moderna ed organica strategia di promozione della destinazione Lombardia grazie ad Explora, che e’ diventata a pieno titolo la nostra Destination Management Organization, dimostrandosi sempre piu’ come quel soggetto operativo che mancava, che agisce con criteri federativi e sussidiari”. “Lo scorso 29 maggio, in occasione della festa della Lombardia abbiamo lanciato l’Anno del Turismo lombardo – ha sottolineato l’assessore – , si tratta dell’inizio di un percorso che desideriamo compiere insieme ai protagonisti del settore per fare del turismo uno degli asset primari di sviluppo economico, di lavoro e di benessere. Un’iniziativa che si sta rivelando anche un’occasione per costruire una rinnovata consapevolezza delle nostre enormi potenzialita’ turistiche e per riaccendere l’orgoglio della bellezza che caratterizza le aree turistiche, quelle gia’ affermate e quelle nascoste nei diamanti grezzi sparsi sul territorio regionale”. “Il clamoroso successo che ha ottenuto l’istallazione di Christo sul Lago d’Iseo – ha annunciato infine Parolini – ci ha spinto a muoverci con largo anticipo non solo nell’organizzazione dell’evento in sinergia con tutti i soggetti territoriali coinvolti, ma anche nel mettere subito in campo un piano d’azione di promozione di quest’area turistica, proiettata in tutto il mondo, grazie al Floating Piers, proprio con l’obiettivo di consolidare gli effetti positivi ottenuti e di aprire un’altra finestra su tutta l’offerta turistica lombarda e in particolare sul Lago d’Iseo, la Franciacorta, la Valcamonica e le valli bergamasche”. “Da regione notoriamente conosciuta in Italia e all’estero per il ruolo di leadership economica svolto nei settori della moda, del design, della metalmeccanica, dell’agroalimentare – si legge nel report di Eupolis Lombardia -, negli anni della crisi, la Lombardia ha sempre piu’ rivelato anche una vocazione turistica, forte della sua capacita’ di attrarre oltre il 15% del turismo straniero che arriva in Italia”.

Condividi questo articolo