"/>
venerdì 22 settembre 2017 06:37:57
omnimilano

TRUFFE, DA CC ARRIVA VADEMECUM PER TUTELA ANZIANI

27 maggio 2017 Senza categoria

Dare una risposta corale e degli strumenti anche e soprattutto di prevenzione per contrastare il fenomeno delle truffe agli anziani, “una emergenza sociale che combattiamo con massima energia”. É con questo obiettivo che il Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano ha redatto e oggi presentato un vademecum antitruffe cartaceo che sarà distribuito su tutto il territorio in migliaia di copie attraverso Caserme e Centri anziani.
Nella sola provincia di Milano negli ultimi 3 mesi il giro di affari dei truffatori é stato stimato attorno ai 400mila euro. L’azione di prevenzione e di contrasto sul territorio viene svolta dalle forze dell’ordine in sinergia, anche con la prefettura e la procura della Repubblica che ha istituito un pull dedicato.
Proprio ieri a Sesto San Giovanni é stato sventato l’ennesimo tentativo di truffa ai danni di una coppia di anziani. I truffatori hanno utilizzato il trucco dello specchietto con delle noci per simulare l’urto della macchina delle vittime con la loro e un pastello nero per tracciare sulla loro carrozzeria un finto danno subito.
Quella dello specchietto è una tipologia di truffe piuttosto frequente, non solo ai danni di persone anziane. Gli over70 sono spesso vittime di tentativi di truffe telefoniche in cui finti figli o nipoti chiedono loro denaro per riparare a danni creati a seguito di incidenti stradali da loro stessi provocati. Anche i finti tecnici del gas, del comune o della caldaia sono un format frequente, oltre a quello dei truffatori che si fingono addirittura dei carabinieri o degli agenti di Polizia cercando il tal modo di conquistare la massima fiducia delle vittime.
La campagna di prevenzione anti truffe sul territorio di Milano e già attiva da vari mesi e ha già fatto aumentare le denunce riguardanti i tentativi smascherati. Vero è che spesso le vittime di truffe riuscite sono imbarazzate e si vergognano, e finiscono per non denunciare l’accaduto né alle proprie famiglie né alle forze dell’ordine.

Condividi questo articolo