"/>
mercoledì 18 luglio 2018 20:11:06
omnimilano

Treno deragliato, soccorsi con 470 uomini intervenuti sul posto. Delrio: “Aspetti da chiarire su dinamica incidente”

25 gennaio 2018 Cronaca

“Oggi e’ il giorno del silenzio e del rispetto per le vittime ma anche della determinazione ad andare a fondo di questa vicenda in cui ci sono aspetti non chiari”. Lo ha detto il ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio al termine del vertice in prefettura dopo l’incidente ferroviario a Pioltello. “Vogliamo accertare in maniera forte le responsabilita’ di questa vicenda cosi triste”, ha detto. Delrio ha spiegato che “La direzione investigativa del ministero ha gia’ attivato la commissione d’inchiesta e anche l’agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria ha gia’ attivato una sua inchiesta parallela, che non interferiscono con l’inchiesta della procura”. “Noi vogliamo verita’. Il sistema ferroviario italiano e’ tra i piu’ sicuri al mondo – ha detto – ma vogliamo che si accerti rapidamente la verita’, perche’ morire quando ci si sta recando sul posto di lavoro e’ una cosa inaccettabile”. Al termine del vertice e’ intervenuta anche il prefetto Luciana Lamorgese:  subito dopo l’incidente ferroviario tra Segrate e Pioltello “abbiamo costituito il Centro di coordinamento dei soccorsi in prefettura e c’è stata un’ampia risposta. In 20 minuti i soccorsi erano sul posto”, ha detto riguardo al sistema dei soccorsi spiegando poi che sul posto sono intervenute “circa 470 unità” ed “è stato ottimo esempio di sinergia tra istituzioni”. Un intervento tempestivo, secondo il ministro Delrio: “C’e’ stata una mobilitazione immediata, una efficienza davvero alta” con i soccorsi arrivati “in meno di 20 minuti”.

Condividi questo articolo