"/>
sabato 21 aprile 2018 09:59:55
omnimilano

Trasporto pubblico, joint venture tra Atb, Brescia Mobilità e Fnm: 500 nuovi bus entro 2023

6 dicembre 2017 Economia, Politica

Nasce una nuova società nel settore dei trasporti in Lombardia. Si chiama Ntl ((Nuovi Trasporti Lombardi) e sarà una joint venture tra ATB Mobilità S.p.A., Brescia Mobilità S.p.A. e FNM S.p.A i cui cda hanno approvato ieri il progetto che le vedrà proprietarie, con partecipazioni paritarie al 33,3%. “NTL, ad oggi pariteticamente detenuta da ATB Mobilità e, indirettamente, da Brescia Mobilità, sarà dunque il veicolo societario di questa nuova, grande operazione industriale – si spiega in una nota -. Si tratta di una joint venture nel territorio lombardo, i cui principali obiettivi sono: il rafforzamento delle tre società capogruppo, delle loro società operative e dei rispettivi sistemi di mobilità; il miglioramento della qualità dei servizi offerti ai cittadini; la generazione di risorse ed una maggiore efficienza nel loro utilizzo; la realizzazione degli investimenti necessari per completare gli sviluppi delle reti e per il rinnovo del parco autobus; il coordinamento e l’ampliamento dei servizi in logica multimodale nelle aree territoriali di riferimento.
Tra le prime azioni che NTL potrà sviluppare – spiega Fnm -: la pianificazione integrata degli acquisti, investimenti per le flotte autobus, innovazione e nuove tecnologie digitali, manutenzione integrata dei mezzi, sinergie sul fronte dell’offerta, della rete commerciale, del marketing, della vendita di spazi commerciali. In particolare, sul fronte del rinnovo e dello sviluppo della flotta, il Piano strategico prevederà, con l’aumento dell’EBITDA complessivo e la conferma dell’EBIT, 117 milioni di euro di investimenti, per un totale di circa 500 bus entro il 2023, con la sostituzione di quasi 200 vecchi mezzi a gasolio ed il completamento delle flotte con mezzi ecologici (a metano o elettrici). Questo produrrà maggiore qualità del servizio, minori consumi, minori costi di manutenzione e notevolissimi benefici in termini ambientali per le città, come, ad esempio, minori emissioni di PM10 per 3,6 tonnellate e di CO2 per 1.700 tonnellate, in un anno.  “La delibera del Consiglio di Amministrazione – dichiara Alessandro Redondi, Presidente ATB – conferma la volontà del Gruppo ATB di investire maggiori risorse per migliorare l’offerta di trasporto pubblico. L’obiettivo è quello di offrire ai cittadini un servizio sempre più competitivo e di qualità, integrato con gli altri sistemi di mobilità, moderno e green, con più mezzi ecologici e meno traffico privato ed emissioni inquinanti. Fare rete e creare sinergie, come con Brescia Mobilità e FNM, ci consente di guardare al futuro della mobilità urbana a beneficio della collettività. Si conferma quindi corretta la decisione, presa nel 2012 da ATB e Brescia Trasporti, di investire in NTL con la prospettiva di sviluppare un sistema integrato con altre aziende del settore”.
“E’ una operazione decisamente di rilievo nel panorama del trasporto pubblico locale nazionale – sottolinea il Presidente di Brescia Mobilità Carlo Scarpa – che ci aspettiamo porti significativi benefici alle città ed ai territori interessati. Innovazione, investimenti, qualità, migliori servizi ed attenzione all’ambiente sono la stella polare che ci ha guidati in questo progetto e rimarranno saldi nel futuro di NTL e dei suoi azionisti“.
“Le aziende di Bergamo e Brescia – commenta il Presidente di FNM Andrea Gibelli – rappresentano due eccellenze assolute a livello nazionale. Con questa joint venture, come in altre operazioni analoghe, FNM intende riconoscere e valorizzare le realtà territoriali di successo, con l’obiettivo di affiancarle e rafforzarle in termini industriali. Ci attendiamo da questa alleanza più qualità e integrazione nei servizi, maggiore efficienza e risparmi e un complessivo miglioramento del sistema della mobilità in Lombardia a tutto vantaggio dei cittadini”.

Condividi questo articolo