"/>
mercoledì 28 giugno 2017 03:53:42
omnimilano

Tpl, il Comune proroga il contratto con Atm e fa retromarcia sui tagli alle frequenze delle linee metro e di superficie

28 aprile 2017 Cronaca

Prorogato il contratto di servizio di Atm. “Le proroghe – ha spiegato in commissione Mobilità l’assessore Marco Granelli – sono state firmate questo pomeriggio e riguardano il trasporto pubblico locale e i servizi connessi al tpl: Area C, il bike sharing, la sosta, il car sharing e la centrale del traffico. La proroga è di 12 mesi, così come prevede il contratto”. A essere escluso dalla proroga di un anno è il contratto di bike sharing elettrico che “viene prorogato solo per un mese per valutare i costi/benefici” del servizio. Il contratto di servizio di Atm scadeva il 30 aprile 2017 e la proroga è stata fatta in attesa di capire come fare la nuova assegnazione, se scegliere la strada dell’affidamento in house oppure bandire una gara.

Il comune, poi, fa marcia indietro sui tagli alle frequenze delle linee metropolitane e di alcune linee di superficie che erano stati introdotti a febbraio scorso. La decisione è una conseguenza della proroga del contratto di servizio ad Atm firmata questo pomeriggio: sulla base di questo accordo tra il comune e Atm, la partecipata di Palazzo Marino garantirà, a parità di prezzo (736 milioni di euro), un milione di chilometri vettura in più rispetto al precedente contratto. Si passa quindi da 141,8 milioni di vetture chilometro a 142,8 milioni che, in sostanza, equivalgono “a 10 mezzi che girano 24 ore al giorno e 365 giorni all’anno per Milano”, ha chiarito, durante la seduta della commissione Mobilità, il presidente di Atm Luca Bianchi. “A parità di servizio – ha sottolineato l’assessore Granelli – si mettono a disposizione più servizi”. In questo modo, da settembre 2017 quando partiranno i potenziamenti, si rende possibile ritornare alla situazione del 2016 cancellando di fatto gli incrementi alle frequenze introdotti nei periodi di morbida per le metropolitane e i nei giorni festivi per alcuni mezzi di superficie. Inoltre, con la proroga del contratto è stato possibile anticipare a maggio il potenziamento dei mezzi pubblici nelle periferie che era previsto per la fine dell’anno. Entro fine maggio ci sarà anche il potenziamento delle linee 50 e 58 con modifiche previste per meglio servire questi quartieri colpiti dai cantieri M4, mentre la linea 73 da ieri prolunga il suo percorso da San Babila a Duomo.

Infine, il presidente di Atm Luca Bianchi, durante la seduta della commissione Mobilità, ha fatto sapere: “È molto vicina la realizzazione del nuovo sistema di bigliettazione elettronica. Le fasi organizzative del progetto sono già in corso di svolgimento con previsione di completamento entro la fine del 2018”.  Il nuovo sistema permetterebbe di avere lo stesso biglietto per viaggiare su mezzi Atm, Trenord e su altri vettori di trasporto regionale e in più la possibilità di utilizzo di modalità innovative come il pagamento tramite il QR code o le carte di credito contactless. Per quanto riguarda invece la lotta all’evasione tariffaria, si sta pensando di aumentare il numero delle stazioni di metropolitana dove i tornelli sono chiusi anche in uscita. “In alcune stazioni – ha spiegato Bianchi – questo richiederà uno spostamento fisico dei tornelli per lasciare uno spazio di sicurezza. C’è un piano che prevede nei prossimi due anni lo spostamento dei tornelli”. Infine, relativamente al rinnovo del parco mezzi, Bianchi ha chiarito che le risorse che nel 2017 verranno spesi per il rinnovo della flotta sono pari a 100 milioni di euro, “una buona parte dei quali è dedicata alla metro”.

Condividi questo articolo