"/>
domenica 20 agosto 2017 17:31:36
omnimilano

Tettamanzi, in migliaia alla camera ardente a Triuggio. Scola, Delpini e vescovi lombardi in preghiera

6 agosto 2017 Cronaca

Pellegrinaggio ininterrotto di fedeli oggi a Triuggio. Sono state diverse migliaia le persone che oggi sono entrate a Villa Sacro Cuore di Triuggio per sostare in preghiera davanti alla salma del cardinale Dionigi Tettamanzi. Le spoglie mortali dell’arcivescovo emerito di Milano, morto ieri a 83 anni, sono composte nella cappella del Sacro Cuore, luogo dove per tanti anni ha celebrato la Messa, di fianco all’appartamento dove ha abitato dal 2011 quando, lasciata la guida della diocesi di Milano, si è ritirato in questo centro di spiritualità della Diocesi di Milano. Insieme ai parenti e agli amici, fa sapere la Diocesi, molti i fedeli giunti dai comuni vicini, del paese natale Renate, da Milano e altre città della Diocesi. Presente anche una delegazione di sindaci della Brianza.
Alle 15 è arrivato per un momento di raccoglimento e di preghiera personale l’Arcivescovo eletto della diocesi di Milano monsignor Mario Delpini, mentre alle 16 è giunto il successore del cardinale Tettamanzi sulla cattedra di Ambrogio, l’attuale Amministratore apostolico della Diocesi il cardinale Angelo Scola. Rivolgendosi brevemente ai presenti dopo la recita del Rosario, Scola ha spiegato che “il cardinale Dionigi ci ha insegnato sia a vivere che a morire. Seguiamo il suo esempio”. Moltissimi anche i sacerdoti che hanno voluto omaggiare l’Arcivescovo emerito. Tra di loro anche monsignor Guido Marini, cerimoniere di Papa Francesco, già segretario del cardinale Tettamanzi negli anni di episcopato a Genova; diversi vicari episcopali della Diocesi ambrosiana, il vescovo eletto di Brescia Pierantonio Tremolada, il vescovo di Lodi Maurizio Malvestiti e l’emerito Giuseppe Merisi, il vescovo di Vigevano Maurizio Gervasoni.
Domani in mattinata la camera ardente sarà ancora a Triuggio, aperta dalle 7.30 alle 10.30. Alle ore 8 verrà celebrata la Messa di suffragio.

La salma del cardinale Dionigi Tettamanzi arriverà quindi in Duomo alle 15, accolta dall’Arciprete del Duomo monsignor Gianantonio Borgonovo e dal Capitolo del Duomo. Domani dalle ore 16 e fino alle ore 22 sarà possibile per i milanesi sostare per la preghiera davanti alla bara chiusa, nella cattedrale. Sempre domani, lunedì 7 agosto alle ore 17.30 in Duomo verrà celebrata la Messa di suffragio da monsignor Gianantonio Borgonovo, Arciprete del Duomo. Alle 18.30 il cardinale Angelo Scola presiederà in Duomo la recita del Rosario.
I funerali, ricorda la Diocesi, verranno celebrati in Duomo martedì alle ore 11. Saranno presieduti dall’Amministratore apostolico cardinale Angelo Scola  e concelebrati, tra gli altri, dall’Arcivescovo eletto di Milano monsignor Mario Delpini. Il cardinale Tettamanzi, al termine della celebrazione, verrà sepolto in Duomo, sul lato destro della cattedrale, ai piedi dell’altare Virgo Potens dove è presente anche l’urna del beato cardinale Schuster.
Tutti i sacerdoti che desiderano concelebrare i funerali potranno farlo, entrando in Duomo dall’ingresso laterale di via Carlo Maria Martini, arrivando per tempo (ingresso dalle ore 10) e portando con sè camice e stola viola. Anche ai fedeli è chiesto di presentarsi in anticipo alle porte del Duomo, così da poter superare per tempo i dovuti controlli di sicurezza.

Condividi questo articolo