"/>
martedì 17 ottobre 2017 10:08:01
omnimilano

Terremoto, turisti e milanesi nei musei: “Contenti di aiutare anche così”

28 agosto 2016 Cronaca, Cultura

Chi lo sapeva ha scelto di venire per solidarietà, chi non lo sapeva è comunque contento di aver dato una mano. Queste le reazioni di chi ha scelto di passare qualche ora nei musei milanesi, sia statali che civici, il cui incasso di oggi andrà alle popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia per effetto di una decisione del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, accolta e condivisa dal Comune. All’ingresso di ogni struttura è esposto un cartello che informa – in italiano e in inglese – i visitatori, ma non tutti ci hanno fatto caso. La maggior parte dei turisti – qualche inglese, pochi francesi, ma soprattutto molti giapponesi – non erano a conoscenza dell’iniziativa, ma, una volta appresa la notizia, si dicono “contenti di essere utili”. Lo spiega Tom, un giovane britannico incantato davanti al bacio di Francesco Hayez esposto alla Pinacoteca di Brera, uno dei musei statali che aderiscono all’iniziativa. Umberto, invece, ha portato tutta la famiglia – moglie e due bambini – perché “mi sembrava un buon modo per conciliare il piacere a quello che considero un dovere”. A metà giornata, l’addetta alla biglietteria spiega che i ticket emessi non sono molti di più del solito, complice forse il fatto che “molti milanesi non sono ancora rientrati dalle vacanze”. Una tendenza che confermano anche al museo del Novecento dove, in sale poco affollate, turisti e cittadini si soffermano ad ammirare il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo e i dipinti di Boccioni. Anche qui, però, i seppur non tantissimi visitatori si dimostrano ben contenti di contribuire ad aiutare chi ha perso tutto la notte tra il 23 e il 24 agosto. Giorgia spiega che “un sms non mi sembrava abbastanza, volevo fare qualcosa in più” e – conclude la sua amica Veronica – “preferisco fare la fila al museo, piuttosto che in banca o all’ufficio postale per fare una donazione”.

3.500 PERSONE NEI MUSEI CIVICI –  Circa 3.500 persone tra milanesi e turisti, ha comunicato in serata palazzo Marino, hanno dato il proprio contributo scegliendo di visitare uno dei musei civici della città nella giornata di oggi. L’incasso dei biglietti verrà interamente devoluto alle zone terremotate grazie all’adesione del Comune di Milano all’iniziativa lanciata dal Ministero dei Beni culturali per i musei statali. I Musei del Castello Sforzesco i più visitati (circa 1250), seguiti dal Museo di Storia Naturale (circa 600) e Museo del Novecento (oltre 500).

Condividi questo articolo