"/>
venerdì 24 novembre 2017 01:15:30
omnimilano

Terremoto, da amatriciana solidale a raccolta beni e fondi: milanesi si mobilitano

25 agosto 2016 Cronaca, Politica

Si moltiplicano le iniziative di solidarieta’ anche a Milano in sostegno delle popolazioni terremotate del centro Italia. Partiti, associazioni e comitati cittadini stanno infatti organizzando raccolte di beni di prima necessita’ e fondi per l’emergenza. Il Pd ha annunciato che alla festa dell’Unità, al via domani, sono previste alcune iniziative di solidarieta’ tra cui quella, che si sta diffondendo in tutta Italia, di contribuire con un piatto di pasta all’amatriciana. “Parteciperemo con il nostro ristorante all’iniziativa di slow food con l’amatriciana. Abbiamo previsto che per ogni piatto di amatriciana verrà devoluto un euro da parte del cliente a cui noi come partito aggiungeremo un euro”, ha spiegato il segretario metropolitano Pietro Bussolati. La Lega apre le proprie sezioni domani pomeriggio e sabato mattina per la raccolta di beni di prima necessita’ e un punto di raccolta sara’ presente anche al mercato di viale Papiniano. Oggi il comitato Foppa Washington avvia una raccolta di beni presso Cascina Bellaria, al parco di Trenno, mentre ristoranti e associazioni stanno predisponendo iniziative. Come quella del circolo Arci Milano Noueva che sabato sera, nella sede di via Giovanni Pascoli 4, organizza una cena con pasta all’amatriciana il cui incasso sara’ devoluto ai terremotati. Il Comune sta predisponendo iniziative di sostegno  e intanto avvisa via Facebook che “sta circolando un messaggio che invita i cittadini a contattare il centralino della Protezione civile di Milano per offrire beni di prima necessità o essere reclutati come volontari: invitiamo a evitare di prendere in considerazione e diffondere messaggi dalla fonte incerta, pubblicheremo comunicazioni ufficiali il prima possibile”. La Protezione civile nazionale ha pero’ comunicato che al momento non ci sono strette necessita’ di volontari e beni, come spiega l’assessore lombardo Simona Bordonali: “E’ dunque sconsigliabile tentare di raggiungere le zone terremotate. Il dipartimento ha inoltre confermato che al momento non c’e’ necessita’ di generi alimentari e di indumenti e che il loro invio potrebbe anzi creare problemi di carattere organizzativo. L’unico supporto richiesto e attivato – sottolinea l’assessore – e’ quello della raccolta fondi attraverso l’ sms solidale al numero unico 45500. Ringrazio di cuore tutti coloro che stanno raccogliendo viveri e capi d’abbigliamento, daremo comunicazione nel caso ci fossero necessita’ in merito. Rimaniamo in attesa di richiesta ufficiale da parte del dipartimento nazionale, con il quale la Regione Lombardia e’ in contatto costante”.  

LE INIZIATIVE DEL COMUNE  – In attesa delle indicazioni degli organi nazionali di coordinamento dei soccorsi, il Comune di Milano mette in campo le prime iniziative a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma, dopo aver allertato nella giornata di ieri le forze di Polizia locale e Protezione civile. I cittadini che lo vorranno – comunica palazzo Marino – potranno contribuire portando prodotti per l’igiene personale e prodotti specifici per bambini nei giorni di sabato 27 e domenica 28 agosto, dalle 10 alle 20, presso la struttura di Arca in via Sammartini 122, la struttura dei City Angels in via Pollini 4 e presso la Casa Jannacci in via Ortles 69.
In particolare, per l’igiene personale sono utili spazzolini, dentifrici, saponi, shampoo, bagno schiuma, pettini, creme idratanti e salviettine umidificate. Per i bambini, omogeneizzati, pannolini e salviettine per neonati. I beni di prima necessità verranno consegnati nelle modalità che saranno indicate da chi gestisce i soccorsi per evitare di arrecare disagi di carattere organizzativo.
Accogliendo l’invito del ministero della Cultura, che ha deciso di devolvere l’incasso di domenica 28 agosto dei musei statali di tutta Italia alle aree terremotate, il Comune ha deciso di estendere l’iniziativa anche ai musei civici milanesi. Inoltre, con un messaggio inviato questa mattina, la Giunta di Milano ha invitato i dipendenti dell’Amministrazione comunale, in primo luogo le figure tecniche e di supporto amministrativo, che volessero partecipare alle attività di sostegno alle popolazioni terremotate a manifestare la propria disponibilità. Le adesioni verranno raccolte in un elenco a disposizione delle esigenze che gli organismi nazionali di coordinamento faranno pervenire al Comune di Milano. “Ognuno nel proprio piccolo, può dare il proprio supporto”, si legge nel messaggio della Giunta.
Chi volesse contribuire economicamente può farlo attraverso il fondo dedicato dell’Anci, Associazione nazionale dei comuni italiani, denominato Emergenza Sisma Centro Italia. IBAN: IT27A 06230 03202 000056748129

Condividi questo articolo