"/>
giovedì 17 agosto 2017 10:06:27
omnimilano

Tensione al Giambellino tra Sala e antagonisti
Il candidato: “Tengono sotto scacco il quartiere”

23 aprile 2016 Politica

La contestazione nel corso di una visita in zona: l’ex ad di Expo ha perso le staffe e sono intevenuti i presenti per evitare che si arrivasse al contatto

“Ci sono degli antagonisti che tra l’altro stanno tenendo anche sotto scacco il quartiere. Io non ho nessun timore di situazioni del genere, la cosa che mi preoccupa è che non c’è la possibilità poi, a volte, di spiegarmi con tranquillità con i cittadini, ma sono cose che capitano”. Lo ha detto il candidato del centrosinistra, Beppe Sala, commenta la contestazione da parte di un gruppo di antagonisti subita in mattinata in zona Giambellino. La contestazione è avvenuta stamani in via Odazio, in zona Giambellino, nel corso di una visita del candidato sindaco. I giovani continuavano a domandare: “Perché i conti di Expo non tornano?”, quando Sala ha perso la pazienza. “Sala pensava di poter venire in Giambellino a prendere in giro i suoi abitanti ma cosi non è stato. Il bilancio di Expo dopo le elezioni? Ci ricordiamo ancora gli sgomberi di Expo e le politiche sulle periferie. Alla fine Beppe ha dovuto chiedere l’intervento della polizia. Ci piace pensarti così, di corsa che scappi da chi non si fa prendere in giro e oggi ti ha sputato le verità in faccia. Giambellino non si vende e non si compra”, spiegano sulla loro pagina facebook gli esponenti del Comitato abitanti Giambellino.

Condividi questo articolo