"/>
mercoledì 25 aprile 2018 16:37:13
omnimilano

STATALE, MERCOLEDÌ ULTIMO ATTO PER “PRATO IN QUATTRO TEMPI” DI PAOLO ICARO

12 marzo 2018 Cronaca
Ultimo atto per “Un prato in quattro tempi”, il progetto di Paolo Icaro per l’Università Statale con cui l’artista ha guardato al campo del grande Cortile della sede storica dell’ateneo “come uno spazio da esplorare, in una continua evoluzione di azione e di pensiero”. Dopo i tre tempi dell’intervento sul campo realizzati a settembre – dissodamento, rastrellatura, semina – a cui sono seguiti i tagli dell’erba dell’inverno, mercoledì prossimo Paolo Icaro lascerà l’ultima “impronta”, accompagnato dagli studenti che hanno seguito in questi mesi il progetto. La performance conclusiva si tiene alle ore 17, preceduta da un incontro aperto su arte e scienza con Maria Daniela Candia, docente di Biologia animale e Prorettore Vicario, alle ore 15, nella Sala di rappresentanza del rettorato di via Festa del Perdono 7. Il segno di Icaro sarà una spirale quadra, forma continua, di tradizione classica e mediterranea, che lui stesso aveva già proposto nell’opera Etcoetera (Square Spirals) del 1978. L’iniziativa chiude così la terza edizione di La Statale Arte, promossa dall’Università degli Statale di Milano in collaborazione con la galleria Lorenzelli Arte, a partire dallo scorso settembre. “Linea, movimento e misura sono gli elementi grammaticali con cui Paolo Icaro fa scultura, i codici del suo processo creativo. L’artista percorrerà il campo, misurerà lo spazio, darà fisicità al vuoto, come faceva già agli inizi degli anni Settanta, quando il suo corpo diventò unità di misura del reale. Dietro di lui, a un metro e mezzo di distanza, un macchinario guidato da operatori, realizzerà la spirale quadra, spiega l’ateneo.
Alle ore 18.30, nel Loggiato del rettorato, ci sarà la cerimonia di inaugurazione dell’opera completata che resta in mostra fino a quando la crescita del prato non ne muterà la forma. Tutte le fasi del work in progress sono documentate dalle fotografie di Raimondo Santucci e da riprese video realizzate dal CTU – Centro di Ateneo per la Tecnologia e la didattica multimediale. Dal lavoro di documentazione prenderanno forma sia il catalogo della mostra (edizioni Skira), che un video realizzato dalla Statale.

Condividi questo articolo