"/>
mercoledì 18 luglio 2018 11:02:22
omnimilano

Spaccio, minacce e atti intimidatori ai poliziotti del Commissariato ‘Comasina’ durante le indagini

11 luglio 2018 Cronaca

L’arresto di 23 persone per reati di spaccio nelle piazze di Comasina e Bruzzano è il culmine di un “lunga attività antidroga svolta sul territorio da operatori della Squadra Investigativa del Commissariato Comasina”, specifica la Questura. “Numerosi sono stati gli atti intimidatori posti in essere nel frattempo nei confronti dei poliziotti della Squadra investigativa del Commissariato Comasina, tra gli altri anche il lancio di un ordigno rudimentale all’interno del cortile dello stabile dell’Ufficio, l’incendio dell’autovettura di uno degli operatori da cui erano partite le indagini e la comparsa di minacce di morte sui muri di piazza Gasparri. Nonostante ciò, gli agenti hanno continuato con notevole difficoltà la propria attività sul territorio arrestando in flagranza numerosi spacciatori, alcuni dei quali oggi destinatari del provvedimento cautelare”.
Le minacce agli agenti iniziano nel 2014, quando il 20 settembre una bomba carta è stata lanciata all’interno del Commissariato Comasina. Nel giugno 2016, invece, in piazza Gasparri sono comparse scritte minatorie riferite a un operatore del Commissariato. Poco dopo, il primo luglio, alcuni poliziotti impegnati in un controllo sono stati aggrediti. Infine, nel febbraio 2017, è stata incendiata l’auto privata di un agente del Commissariato.

Condividi questo articolo