"/>
mercoledì 18 luglio 2018 10:59:53
omnimilano

SOLIDARIETÀ, PRESENTATO IL CIOCCOLATO ROSA IN FAVORE DELLA LOTTA AI TUMORI

19 giugno 2018 Cronaca

Questa mattina a Palazzo Marino, il Chocolate Academy Center di Milano ha lanciato il progetto charity “Milano diventa Rosa”, in favore della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) di Milano, che proprio quest’anno compie 70 anni. L’occasione è il lancio nazionale della quarta tipologia di cioccolato Ruby Chocolate, dallo straordinario colore rosa. Il progetto, con la collaborazione degli Ambasciatori de “Il Cioccolato Buono”, team di chef, pasty chef, mixologist e professionisti dell’area enogastronimica, e con il patrocinio del Comune di Milano, si snoderà in una serie di eventi e iniziative benefiche fino a dicembre 2018. Il primo appuntamento sarà questa sera alle 18, alla Chocolate Academy: attraverso una donazione a LILT, gli ospiti potranno ricevere una tavoletta di cioccolato rosa. “Milano non è solo la capitale della finanza e della cultura, ma è anche una città solidale e importantissima per la sanità”, ha spiegato il prof. Marco Alloisio, presidente di LILT Milano. “I fondi della campagna “Ruby Chocolate” ci servono per portare avanti quello che facciamo sul territorio milanese da 70 anni: dal 1969 al 2017 abbiamo effettuato oltre 3 milioni di visite ed esami di diagnosi precoce, dal 1956 al 2017 circa 520mila interventi di assistenza ai pazienti oncologici e alle famiglie e dal 1970 quasi 1 milione di bambini delle elementari è stato raggiunto dalle nostre campagne anti fumo”. Il professor Alloisio ha ricordato anche che il Ruby Chocolate è “un cioccolato naturale, che contiene antiossidanti, quindi è importante per preservare la nostra giovinezza e prevenire anche l’insorgenza dei tumori”.“Si tratta di una scoperta eccezionale, che ha dietro 13 anni di ricerca”, ha spiegato Davide Comaschi, direttore di Chocolate Academy Center di Milano. Presente alla conferenza l’assessore alle Politiche sociali, Salute e Diritti, Pierfrancesco Majorino: “Per noi è un onore ospitare gli appuntamenti della LILT. Tutto ciò che fanno per noi è utile, importante e da sostenere. Anche se il Comune non ha la delega diretta in materia sanitaria, riteniamo di dover fare anche noi la nostra parte”. “Siamo in una fase – ha proseguito Majorino, richiamandosi alle campagne no vax – in cui si mette in discussione l’autorevolezza della fonte scientifica. È quindi necessario rafforzare l’importanza di un linguaggio scientifico adeguato: non bisogna terrorizzare i cittadini, ma neanche far loro sottovalutare i rischi”

Condividi questo articolo