"/>
martedì 24 ottobre 2017 05:53:58
omnimilano

Smog, livelli Pm10 in Lombardia restano sopra limiti. Nel milanese verso estensione blocco auto inquinanti

11 dicembre 2016 Ambiente, Cronaca, Politica

Continuano ad essere alte le concentrazioni di inquinanti nell’aria rilevate dalle centraline di Arpa Lombardia, che anche sabato hanno registrato valori di Pm10 superiori ai 50 microgrammi per metrocubo in gran parte della regione. Dopo l’attivazione delle misure antismog previste “Protocollo per l’attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell’aria”, fra i capoluoghi lombardi le concentrazioni di Pm10 più alte si sono rilevate a Monza, con 110 microgrammi al metrocubo, seguita da Milano con 99 microgrammi, registrati in via Senato: 93 i microgrammi misurati in via Pascal e 88 al Verziere. Nell’area metropolitana, il valore più alto è stato rilevato ad Arese, con 134 microgrammi. In Lombardia, si potrebbe andare verso l’estensione delle misure antismog. Nella regione la prima soglia di attivazione del Protocollo risulta superata per 11 giorni consecutivi nella provincia di Brescia, per 10 in quella di Cremona, 8 nelle province di Bergamo, Lodi, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Varese, 2 in provincia di Como e Lecco. La seconda soglia di applicazione del Protocollo invece, riferita a 70 microgrammi al metrocubo, è stata superata per 7 giorni consecutivi in Provincia di Monza e Brianza, 6 giorni nell’area metropolitana di Milano, e 2 nelle province di Bergamo, Brescia e Varese. Questo secondo livello di applicazione del protocollo, dopo sette giorni di superamento della soglia di 70 microgrammi al metrocubo di Pm10, prevede l’estensione delle limitazioni per le autovetture private euro 3 diesel nella fascia oraria 7.30-19.30 e per i veicoli commerciali nella fascia oraria 7.30 – 9.30 e 18 – 19.30 e il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle. Per quanto riguarda le condizioni meteorologiche, oggi l’area di alta pressione tenderà a cedere per il transito dal Nord all’Est-Europa di una fredda struttura depressionaria, che determinerà in quota, in particolare nella giornata di lunedì, un flusso intenso di correnti da nord. Da martedì nuova espansione di un’area anticiclonica sull’Europa occidentale. Ai fini dell’andamento degli inquinanti, fra oggi e domani sulla regione sono pertanto previste condizioni meteorologiche neutre o variabili, mentre in seguito tornerà una situazione meteorologica non favorevole alla dispersione degli inquinanti.

Condividi questo articolo