"/>
lunedì 21 agosto 2017 17:36:25
omnimilano

SICUREZZA, PASSERA: GIUNTA HA ABBANDONATO MILANO A SE STESSA

11 gennaio 2016 Politica

“Questa giunta di sinistra ha definitivamente rinunciato a garantire la sicurezza dei milanesi abbandonando la città a se stessa. Anche i più entusiasti sostenitori dell'attuale amministrazione, leggendo la cronaca odierna, non possono che prenderne atto”. Così Corrado Passera, candidato sindaco di Milano con una piattaforma civica, liberale, democratica e alternativa all’attuale amministrazione di sinistra, ribadisce l’allarme sicurezza per la città.
“Il Corriere della Sera – segnala Passera – riporta la notizia che verrà assegnata una nuova casa a una signora che combatte il racket delle occupazioni abusive al Lorenteggio. Non vorremmo che questa decisione sia una resa incondizionata della Giunta Pisapia-Balzani nei confronti del crimine e della violenza. Quanto questa signora ha fatto per il quartiere e il suo coraggio dovrebbero invece essere portati a modello a tutti i cittadini”. “A questo – prosegue Passera – si aggiungono altri esempi di criminalità grande e piccola: il capo della Mobile Alessandro Giuliano ha oggi confermato la presenza della mafia in città, così come la crescita del mercato dei narcotici e del numero delle gang di latinos. Proprio una di queste bande domenica mattina ha dato l'assalto a un bus della linea 56 in viale Padova. Ai conducenti di ATM, costretti a lavorare in condizioni di sempre minor sicurezza, va tutta la mia solidarietà e, anche per loro, ribadisco il mio impegno per rendere Milano una città vivibile”.
“Come prossimo Sindaco di Milano – afferma Corrado Passera – il controllo del territorio e la vicinanza ai cittadini saranno le mie priorità: intendo infatti mettere 1000 agenti della polizia locale in più nelle strade, con un pattugliamento continuo 24 ore al giorno, con mezzi moderni e adeguati, come per esempio 2000 telecamere di sicurezza in più, sia in città sia sui mezzi pubblici, coprendo tutto il territorio di Milano, con particolare attenzione alle periferie. Ci vogliono interventi urgenti, coraggiosi ma soprattutto adeguati a una situazione ormai estremamente difficile”.

Condividi questo articolo