"/>
martedì 27 giugno 2017 05:26:12
omnimilano

SICUREZZA, COMUNE: FONDI E PARTECIPAZIONE BANDO PER BODY-CAM E DRONE

15 febbraio 2017 Cronaca, Politica
Dotare la Polizia locale di Milano di strumenti tecnologici avanzati per affrontare compiti che diventano ogni giorno più complessi. Questo l’obiettivo della delibera con cui il Comune di Milano stanzia 135 mila euro e partecipa ad un bando della Regione Lombardia per avere un cofinanziamento di 80 mila euro. La cifra complessiva di 215 mila consentirebbe l’acquisto di 50 “Body Cam”, smartphone con sistema innovativo di trasmissione radio e un drone professionale, oltre ad altri supporti.
“La Polizia locale – spiega l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza – si trova a fare fronte, ogni giorno, a nuove richieste e a svolgere ruoli sempre più ampi, dovuti anche alle domanda di sicurezza che arriva dai cittadini. Le nuove tecnologie possono offrire un valido supporto per affrontare con sempre maggiore efficienza i compiti che gli agenti sono chiamati a svolgere, garantendo maggiore sicurezza sia a loro che ai cittadini”.
“L’acquisto di questi strumenti tecnologicamente avanzati – aggiunge il comandante della Polizia locale Antonio Barbato – ci permetterà di avere, durante l’attività operativa, nuove modalità di raccolta di documentazione, utile anche per le indagini che successivamente la Polizia locale dovrà affrontare”.
Le telecamere “Body Cam” e i relativi smartphone – spiega il Comune -, in grado di trasmettere le immagini anche in ore serali e notturne in diretta alla Centrale Operativa e di inserirle nel sistema di videosorveglianza denominato “Sistema Milano” (Sistema integrato e condiviso con tutte le Forze dell’ordine in tema di videosorveglianza), saranno assegnate a specifiche unità della Polizia locale, che potrebbero trovarsi in situazioni esposte a rischio.
Il drone, equipaggiato di telecamere ad alta risoluzione anche per la visione notturna collegate alla centrale operativa, sarà particolarmente utile per controllare aree in situazioni complesse.
L’importo servirà anche ad acquistare 30 smartphone capaci di supportare un innovativo sistema di trasmissione radio collegata direttamente ai canali della Centrale Operativa. Utilizzato via sperimentale con successo durante le operazioni di soccorso alle popolazioni terremotate del centro Italia, il nuovo apparato permetterà di ovviare alle situazioni di mancanza di copertura delle frequenze radio TETRA in uso.

Condividi questo articolo