"/>
sabato 21 ottobre 2017 21:27:43
omnimilano

Si riunisce in Regione il tavolo ‘post Brexit’
Maroni: “Progetto condiviso per hub innovazione e ricerca”

8 luglio 2016 Politica

Presto un documento comune: ‘free tax’ area su sito Expo e a Milano le sedi di authorty europee

“Abbiamo registrato il consenso di tutti coloro che hanno partecipato a questa iniziativa che si propone che Milano, la Lombardia e l’Italia giochino un ruolo da protagonisti in Europa partendo dalla Brexit che cambierà l’organizzazione dell’Ue. Noi vogliamo proporre Milano e la Lombardia come uno dei nuovi punti di riferimento della nuova Europa perché Milano ha tutte le caratteristiche per farlo”. Queste le prime parole del governatore lombardo Roberto Maroni al termine del tavolo Brexit convocato per capire come sfruttare le opportunità derivanti dall’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. Al tavolo hanno preso parte “una serie di rappresentanti del territorio e stake holder” tra i quali “Assolombarda, Unioncamere, Arexpo, Camera di Commercio, confesercenti”. Non c’era il sindaco Giuseppe Sala che però, ha spiegato Maroni, “è assolutamente della partita, l’ho sentito”. Durante l’incontro Maroni ha presentato “un documento che si conclude con la proposta che dovrà essere condivisa da tutti gli attori del tavolo di fare di Milano e Lombardia un hub della ricerca e dell’innovazione a livello mondiale attraverso tre iniziative: l’istituzione di una free tax area nell’ex sito di Expo e la collocazione a Milano di Eba e Ema”, rispettivamente l’autorità bancaria europea e l’agenzia europea del farmaco. “Per farlo occorre un gioco di squadra. Oggi l’incontro aveva questo scopo. Sono molto soddisfatto di come è partita questa iniziativa, adesso sta a noi tradurre tutto in risultati concreti”.

Condividi questo articolo