"/>
venerdì 24 novembre 2017 06:52:06
omnimilano

SHABOO E ABITI CONTRAFFATTI, 2 ARRESTI E 2 DENUNCE DA AGENTI FUORI SERVIZIO

18 aprile 2016 Cronaca

Arrestati due spacciatori cinesi di shaboo e indagati a piede libero due coniugi cinesi che contraffacevano abiti in casa per rivenderli come di marca. Non sono parenti ma abitano tutti nello stesso appartamento e hanno tutti numerosi precedenti alle spalle. A scovargli sono stati tre agenti liberi dal servizio del commissariato Sempione, sabato alle 19. I due arrestati sono un 31enne e una 20enne, trovati in possesso di oltre 20 grammi di shaboo e 1800 euro in contanti.
I tre agenti in libertà hanno notato nei pressi del cavalcavia Monte Ceneri il giovane cinese che usciva da un portone con fare sospetto dirigendosi in piazza Firenze e in via Bartolini per consegnare una dose di droga ad un connazionale. I poliziotti sono intervenuti poco dopo lo scambio: l'acquirente è fuggito e il giovane spacciatore è stato bloccato e perquisito. Nella tasca destra dei jeans aveva 10,20 gr di shaboo avvolto in varie confezioni di cellophane, nella tasca sinistra 70 euro in contanti.
Procedendo alla perquisizione domiciliare gli agenti hanno trovato nella camera del cinese la seconda arrestata, sdraiata sul letto. Vedendoli, la ragazza ha cercato di nascondere un cuscino sedendosi sopra: vi erano 1800 euro in contanti e 5 confezioni di shaboo, altre 2 erano posate su un tavolo, per un totale di 11,80 gr. Nel resto della casa sono stati trovati anche alcuni grammi di cocaina, un cellulare, un bilancino di precisione e una famiglia di contraffattori. In un locale dell'appartamento, infatti, una coppia di cinesi con tre figli minori nascondeva un armadio pieno di capi di abbigliamento contraffatti o ancora “da preparare”. Gli agenti hanno perquisito numerosi vestiti “anonimi” e altrettanti accessori di vario tipo che visibilmente servivano per personalizzarli e farli credere di marca. I due coniugi sono cinesi e con numerosi precedenti, la merce è stata perquisita e loro sono indagati a piede libero.

Condividi questo articolo