"/>
venerdì 22 settembre 2017 03:08:08
omnimilano

Sgomberati quattro insediamenti abusivi. Rozza: “Proprietari mettano in sicurezza le aree”

26 febbraio 2017 Cronaca

Nella scorsa settimana la Polizia locale è intervenuta in quattro diverse occasioni per sgomberare aree e palazzi abbandonati a Milano.
La prima – spiega palazzo Marino – lunedì mattina nell’ex Rsa di via Adriano, dalla quale sono state allontanate 12 persone prima di consegnare il palazzo alla nuova proprietà che sta operando per ripulire e mettere in sicurezza l’area.
Nei giorni seguenti l’unità Problemi del Territorio, sotto la direzione del Comandante Antonio Barbato, è stata impegnata inoltre in via Rizzoli (Lambrate), in via Calchi Taeggi (Bisceglie) e in via Rimini (Famagosta).
Quello in via Rizzoli, dove sette persone sono state trovate in un palazzo abbandonato, è stato un intervento della Polizia di Stato del commissariato Lambrate effettuato con il supporto della Polizia locale. Alla proprietà è stato chiesto di provvedere alla messa in sicurezza dell’intera area, per evitare nuove occupazioni e di conseguenza la necessità di nuovi interventi.
L’area di via Calchi Taeggi, di fronte al parcheggio del metrò Bisceglie, è stata sgomberata dalla Polizia locale due volte. Nel primo caso sono state controllate 30 persone e 11 sono state denunciate a piede libero, nel secondo sono stati allontanati 4 camper con 20 persone. Alla proprietà dell’area è stata ordinata la demolizione di 10 costruzioni abusive, l’obbligo di messa in sicurezza e il ripristino della recinzione per impedire l’accesso di abusivi.
L’ultimo intervento è avvenuto in via Rimini, in una ex scuola al cui interno sono stati trovati alcuni giacigli. Anche in questo caso si è provveduto alla pulizia dello stabile e alla messa in sicurezza della struttura in modo da impedire l’accesso a persone non autorizzate.
“La collaborazione tra le forze dell’ordine – spiega l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza – è fondamentale per garantire la sicurezza e impedire che aree degradate facciano proliferare fenomeni di microcriminalità, innalzando il senso di insicurezza dei cittadini. Sono molti i palazzi abbandonati da privati per i quali i cittadini ci chiedono un intervento. La Polizia locale programma queste operazioni continuamente, ma è ovvio che senza l’impegno delle proprietà per la messa in sicurezza e per impedire che si possano verificare altre intrusioni, queste azioni hanno un’efficacia limitata nel tempo”.

Condividi questo articolo