"/>
sabato 18 novembre 2017 13:00:01
omnimilano

Sfratti, più alloggi per emergenza e assegnazioni più veloci

27 aprile 2016 Cronaca, Politica

Un aumento degli alloggi immediatamente disponibili per l’assegnazione in emergenza, tempi più celeri e modalità più snelle per rispondere tempestivamente al bisogno delle famiglie di volta in volta interessate dallo sfratto. Sono i punti principali del protocollo siglato oggi in prefettura in tema di sfratti. Prefettura, Questura, Regione Lombardia, Comune di Milano, UNEP presso la Corte d’Appello, ALER, Metropolitana Milanese e le organizzazioni sindacali degli inquilini, hanno firmato l’intesa che dovrebbe rendere più efficaci le procedure per le assegnazioni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica alle famiglie colpite da sfratto, che si trovano in condizioni di grave disagio economico e sociale e hanno a loro carico soggetti invalidi, anziani o minori. “L’intesa firmata oggi in Prefettura da tutte le istituzioni interessate (Prefettura, Questura, Ufficiali giudiziari, Regione, Comune, ALER e MM) e dai sindacati inquilini è un fatto importante e positivo che interessa oltre 14.000 famiglie e, se correttamente applicato, potrebbe realizzare finalmente l’obiettivo del passaggio da casa a casa delle persone sfrattate, attraverso l’offerta tempestiva di un alloggio popolare o, almeno, di una soluzione temporanea”, commenta il sindacato inquilini Sicet. A sottolineare l’importanza dell’accordo anche il sindacato Sunia: “Questo è uno strumento concreto per dare una prospettiva alloggiativa a quelle famiglie in difficoltà e bisognose. Oggi è stato raggiunto un risultato importante: come chiedevamo da tempo, sin dai primissimi incontri, verrà garantito il passaggio da casa a casa alle famiglie che vivono il trauma di poter finire per strada. Con questo provvedimento, di cui condividiamo i contenuti, vengono organizzate tutte quelle procedure, con dei tempi ben precisi, per garantire a quelle famiglie sfrattate una possibile ricollocazione abitativa. Un impegno preso da tutti i soggetti firmatari che lavoreranno in sinergia fra loro, ciascuno secondo le proprie competenze, per dare una risposta alle famiglie che vivono il dramma dell’emergenza abitativa”

Condividi questo articolo