"/>
domenica 20 agosto 2017 10:00:17
omnimilano

SFRATTI, BENELLI: “SOSTEGNO A MOROSI INCOLPEVOLI GIÀ DA AVVIO PROCEDURA”

3 febbraio 2016 Politica

Da Comune, Prefettura e Tribunale un impegno a rendere efficaci le azioni a sostegno dei morosi incolpevoli e per il contenimento degli sfratti dalle case private. Questo il tema al centro dell’incontro che si è svolto questa mattina in Prefettura, tra il Prefetto Alessandro Marangoni, il presidente del Tribunale di Milano Roberto Bichi, il presidente della Tredicesima sezione civile del Tribunale Marco Manunta e l’assessore alla Casa Daniela Benelli.
Durante l’incontro, le istituzioni hanno condiviso le modalità per garantire il pieno utilizzo delle risorse disponibili che possono reintegrare le morosità pregresse in modo da interrompere le procedure di sfratto. Il punto centrale è riuscire ad anticipare gli interventi sin dal momento in cui l’inquilino riceve dal proprietario la comunicazione dell’avvio presso il Tribunale di una procedura di sfratto. In questo modo, grazie ai contributi disponibili, si può avviare un’attività di conciliazione che interrompa o dilazioni lo sfratto.
“Anticipare il momento in cui si soccorre il moroso incolpevole per non perdere tempo prezioso. È questa la nuova importante modalità di intervento che con Prefettura e Tribunale abbiamo condiviso oggi – dichiara l’assessore Daniela Benelli –. Se la ‘casella di partenza’ è uno sfratto già in fase esecutiva ci sono meno possibilità di portare a buon fine un accordo tra inquilini e proprietari. È però molto importante che le parti in causa siano puntualmente informate di tutte le misure disponibili attivate dal Comune, perciò la collaborazione della Sezione del Tribunale che tratta questi procedimenti è fondamentale”.
Gli impegni delle istituzioni saranno definiti in uno specifico protocollo che verrà sottoscritto a breve. La presentazione delle domande per la attestare la morosità incolpevole avviene presso gli sportelli dei nove Consigli di zona; l’erogazione dei contributi avviene attraverso l’Agenzia Milano Abitare.

Condividi questo articolo