"/>
lunedì 20 novembre 2017 10:47:26
omnimilano

Sel: in coalizione con lista, rapida verifica su programma e condizioni politiche

1 marzo 2016 comunali, Politica

L’assemblea metropolitana di Sel “impegna il coordinamento metropolitano a condurre rapidamente la verifica sulle condizioni politiche e programmatiche che possono rendere possibile la partecipazione di Sinistra Ecologia e Libertà ad una alleanza di centrosinistra larga, plurale, aperta e saldamente ancorata nei programmi, nei componenti e nei comportamenti nel campo aperto a Milano nel 2010”. E’ quanto si legge nel documento di Sel approvato ieri sera dall’assemblea metropolitana. “Questa lista dovrebbe basarsi su di un chiaro manifesto politico da proporre alla città come impegno di lavoro condiviso per i prossimi 5 anni”. Per Sel, che vede in Francesca Balzani la figura capace di rappresentare le proprie istanze, “non si tratta di costruire una lista che “vigili” o che “condizioni” accettando una logica meramente governista e minoritaria. Si tratta al contrario di costruire uno spazio politico che abbia l’ambizione e la possibilità di orientare le scelte di governo della prossima amministrazione”. Quindi un appello “a tutta la sinistra milanese per essere, insieme, ancora protagonisti della fase che si apre in città. Non è sottraendosi alla battaglia politica in cerca di improbabili purezze che si tutelano gli interessi di quei soggetti che vogliamo rappresentare”. In questo quadro, il documento di Sel specifica anche che “l’ambizione del progetto di Sinistra Italiana che ci trova impegnati non vede nelle amministrative il primo test perché ha obbiettivi di un respiro più largo e lontano nel tempo”. “Questa fase costituente ci impone un difficile percorso di ricerca e un duplice impegno – prosegue il documento di Sel – che non va ricondotto a soluzioni semplicistiche e semplificatorie troppo simili agli accrocchi elettorali di “sinistrarcobaleno” memoria. La costruzione di una sinistra utile, popolare, moderna è una sfida che non possiamo ridurre a una lista di scopo in cui a parole si dice di voler contrastare Giuseppe Sala e nei fatti si finisce per smentire e tradire l’esperienza di governo più avanzata e di sinistra d’Italia”.

Condividi questo articolo