"/>
mercoledì 23 agosto 2017 08:24:51
omnimilano

Scala, teatro Kabuki e diretta Rai 1 per “Prima”
Attesi Mattarella, Padoan e Franceschini

30 novembre 2016 Cultura, Spettacolo

Gli elementi del teatro Kabuki e i quadri dei grandi autori orientali. Per la Prima del 7 dicembre, con la Madama Butterfly firmata dal regista Alvis Hermanis, sul palco del Teatro alla Scala protagonista sarà anche la tradizione giapponese. A dare alcune anticipazioni sull’allestimento, lo stesso regista durante la presentazione dell’opera con gli sponsor della serata che vedrà il ritorno alla Scala del titolo di Puccini nella versione originaria del 1904. “Per l’interpertazione e i costumi ci siamo ispirati soprattutto al Kabuki”, ha spiegato Hermanis. Per le scene invece i riferimenti vanno cercati “nella pittura classica giapponese” in un ideale collegamento anche con la mostra con le opere di Hokusai, Hiroshige e Utamaro in corso a Palazzo Reale. Ma se l’ambientazione porta a colori e atmosfere orientali, la vicenda narrata con Madama Butterfly, ha precisato il regista “è una storia universale” quasi “una metafora della vita” perchè, ha detto “tutti noi possiamo essere molto soli e fragili”. L’opera nella versione originale, ha poi aggiunto il maestro Riccardo Chailly segnò per Puccini “un passo importante” in senso “introspettivo, quasi psicanalitico”. Quest’anno la serata sarà trasmessa in diretta anche da Rai Uno a partire dalle 17.45, a quarant’anni dall’Otello con la regia di Zeffirelli che nel 1976 portò per la prima volta la Prima della Scala in tv. “Fa parte della nostra idea di servizio pubblico -ha sottolineato l’ad Antonio Campo dallOrto – sappiamo c’è c’è un elemento di rischio, ma con un’accezione positiva: incroceremo diversi pubblici, dai più avvezzi a quelli che ancora non sanno che potrebbero essere degli appassionati di opera”.

Condividi questo articolo