"/>
mercoledì 20 giugno 2018 07:29:36
omnimilano

SBATTE CONTRO MURO FIGLIO NEONATO E GLI PROVOCA FRATTURA CRANICA, FERMATO 43ENNE

1 dicembre 2017 Senza categoria
Lunedì mattina, a San Giuliano Milanese (MI), i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Donato Milanese (MI), hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un 43enne marocchino, pregiudicato, ritenuto responsabile di tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale e maltrattamenti in famiglia. Gli uomini dell’Arma sono intervenuti presso un’abitazione del centro cittadino di San Giuliano Milanese dove era stata segnalata una lite in corso. Sul posto, i militari, hanno appreso che l’uomo, dopo essere rientrato a casa ubriaco, aveva iniziato una discussione per futili motivi con la moglie, una connazionale di 42 anni e con la cugina della donna arrivando a colpirle con calci e pugni e provocando un taglio al piede della moglie, nonché afferrato per il collo il proprio figlio di 5 mesi, scaraventandolo contro un muro, prima di darsi alla fuga.
Le immediate ricerche hanno consentito di rintracciare l’uomo in strada, nei pressi dell’abitazione, mentre cercava di occultare la propria presenza. Vistosi scoperto, ha aggredito i militari con calci e pugni, nel vano tentativo di guadagnarsi la fuga. La 42enne ha riportato lesioni guaribili in 15 giorni di prognosi, mentre il bambino è tuttora ricoverato presso l’Ospedale di Vizzolo Predabissi per la frattura della teca cranica. Il fermo è stato convalidato ed a carico dell’uomo è stata emessa un ordinanza di custodia cautelare in carcere di Lodi dove rimane a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Condividi questo articolo