"/>
domenica 20 agosto 2017 06:02:44
omnimilano

Savarino, Pisapia ad anniversario scomparsa
“Il momento più doloroso del mio mandato”

12 gennaio 2016 Politica

Celebrata la commemorazione del quarto anniversario della scomparsa del vigile urbano Nicolò Savarino, nel parco a lui intitolato in via Livigno. “Oggi si ricorda un uomo coraggioso e fedele, ucciso da due criminali”, ha detto il sindaco Giuliano Pisapia nel suo intervento, dopo la deposizione di due corone di fiori al centro del parco. “Le sentenze vanno rispettate, ma siamo ancora vicino alla famiglia che sente di non aver avuto giustizia”, ha detto il sindaco: “Milano ha cercato di essere amica per la famiglia di Nicolò”, ha aggiunto ricordando la vicenda giudiziaria che ha seguito la cattura del responsabile della morte del vigile, travolto e ucciso da un’auto in fuga durante un controllo. Pisapia ha definito la morte di Savarino “il momento più doloroso del mio mandato, che mi ha fatto capire tutto l’impegno di questi uomini”, e ha aggiunto: “So che i familiari sentono di non aver avuto giustizia di fronte a una sentenza che ha avuto dei passaggi su cui ci possono essere dubbi e perplessità, ma questo senso è stato superato dalla vicinanza delle istituzioni comunali ma soprattutto dell’intera città”. Parole riprese dai fratelli di Savarino, Rocco e  Carmelo, che hanno ringraziato per la vicinanza ma anche sottolineato, a commento dell’esito giudiziario, di aver “capito che la giustizia è fatta per i criminali, per difendere i criminali”. Nel loro intervento i due fratelli si sono detti “sconfortati dalla giustizia, per quale è come se successo niente”, e definito ” scandaloso” l’iter giudiziario, per il quale “siamo veramente amareggiati”. “Rispettiamo le sentenze, ma non si può essere buttati in mezzo alla strada senza tutela”, hanno detto a proposito delle condizioni di lavoro dei vigili urbani: “Credevamo potesse cambiare qualcosa in 4 anni, ma non è successo”. Alla cerimonia erano presenti anche l’assessore alla Sicurezza Marco Granelli e il vicecomandante della Polizia locale Antonio Barbato: “Ognuno può prendere esempio da Nicolò, un uomo che si è dedicato alla sua comunità”, ha detto l’assessore: ” Le istituzioni devono dimostrare di essere unite per lavorare nel modo migliore come ha fatto Savarino”.

Condividi questo articolo