"/>
domenica 22 ottobre 2017 12:09:08
omnimilano

Da Pd e Patto civico sfiducia a Maroni
“Dal sistema Formigoni a quello Lega”

17 febbraio 2016 Sanità

Il segretario democratico Alessandro Alfieri: “Quello di ieri è solo l’ennesimo scandalo, sei indagini hanno riguardato il sistema regionale”
In Lombardia “dal sistema formigoniano si è passati al sistema Lega di Salvini e Maroni”. E’ quanto sostiene il segretario regionale del Pd e consigliere al Pirellone Alessandro Alfieri. Presentando la mozione di sfiducia per il governatore Roberto Maroni, Alfieri si è infatti soffermato sull’inchiesta che ha portato all’arresto del consigliere leghista Fabio Rizzi e ha sottolineato come Rizzi, ma anche altri nomi coinvolti abbiano “rivestito ruoli importanti all’interno della Lega” e in particolare nell’enclave varesina. In particolare ha ricordato le figure di Mario Longo, “responsabile della Lega Nord odontoiatria”, di Donato Castiglioni “ex segretario organizzativo delle Lega di Varese, ex candidato sindaco e consigliere comunale della Lega di Carnago oltre che candidato salviniano-maroniano alla segreteria provinciale della Lega a Varese” e poi quella di Sandro Pignataro “ex consigliere della Lega Nord di Bregano”. “Da un lato – ha detto Alfieri – c’è la questione giudiziaria, ma dall’altro c’è una responsabilità politica enorme che è quella di Maroni che si era presentato con la ramazza e invece i fatto lo riportano alla realtà”. Il segretario regionale del Pd ha anche affermato che “quello di ieri è solo l’ennesimo scandalo” perché, ha ricordato “da quando Maroni e’ in carica ben sei indagini hanno riguardato il sistema regionale. Altro che discontinuità con Formigoni”, ha commentato.

Condividi questo articolo