"/>
sabato 18 novembre 2017 17:05:38
omnimilano

SAN VITTORE, APPELLO LIBERALI-RADICALI PER “UNA TARGA IN MEMORIA DI MONTANTELLI”

23 agosto 2017 Politica
Partito liberale e Radicali lanciano un appello per collocare “una targa in memoria di Indro Montanelli al carcere di San Vittore”. Rivolgendosi direttamente al Ministro della Giustizia Andrea Orlando, Giancarlo Morandi, Segretario Nazionale Partito Liberale Italiano, Giovanni Carpani, Segretario Regionale Lombardo Partito Liberale Italiano, Gianni Rubagotti, Segretario Associazione per l’Iniziativa Radicale “Myriam Cazzavillan”, scrivono: “Ancora troppo pochi cittadini sanno che la Casa Circondariale di San Vittore a Milano non è solo un istituto di pena ma è anche parte integrante della storia della città e del nostro paese. Molto prima delle detenzioni “eccellenti” nel periodo di Tangentopoli ci sono stati detenuti che hanno segnato un’epoca, da Gaetano Bresci ad Antonio Gramsci. Ma secondo noi la Milano che ha dedicato i giardini di Via Palestro al più grande giornalista milanese e italiano dello scorso secolo non può non avere un ricordo di lui anche nel luogo dove è stato fino al giorno prima di quella che doveva essere la sua fucilazione da parte dei nazi-fascisti. Una targa dedicata a Montanelli sopra la sua cella o perlomeno nel corridoio dove si trovava questa cella – proseguono – sarebbe una straordinaria occasione di rafforzare il legame fra la città è il suo carcere, di reinteressare la borghesia colta che lo leggeva a un luogo storico, di fare luce sui tanti altri concittadini illustri e meno illustri che lì sono transitati. Ma sarebbe anche motivo di consolazione per gli innocenti lì reclusi in attesa di giudizio e di monito per chi lì è ristretto per motivi molto meno nobili di quelli del famoso giornalista toscano ma milanesissimo d’adozione. Chiediamo dunque a Lei di attivarsi per rendere possibile questo gesto e a tutte le istituzioni milanesi e lombarde, nonché a tutte le persone di buona volontà di attivarsi per sollecitare questa richiesta”. I promotori inoltre si attiveranno anche “per una raccolta di firme tra i detenuti di San Vittore per promuovere l’iniziativa anche nella comunità penitenziaria”.
red

Condividi questo articolo