"/>
giovedì 24 agosto 2017 01:07:09
omnimilano

‘Salta’ riunione del comitato primarie
Alta tensione tra Pd e Sel sulle comunali

4 dicembre 2015 Politica

Alta tensione nel centrosinistra sulle primarie per il candidato sindaco alle prossime comunali. Tra Pd e Sel parole dure dopo l’ “incidente” di una riunione del comitato organizzatore a cui Sel si è presentata, ma il Pd no. “Oggi alle 18 si sarebbe dovuto riunire il “Comitato organizzatore delle primarie” con il compito di mettere a punto la macchina organizzativa per la raccolta delle firme, prevista per il 7 dicembre. Gli esponenti del Pd non si sono presentati, boicottando di fatto l’avvio delle primarie già decise e sottoscritte da tutta la coalizione”, ha dichiarato Anita Pirovano, coordinatrice metropolitana di Sinistra Ecologia Libertà.”Crediamo che questo sia un fatto gravissimo e chiediamo al Pd chiarezza e trasparenza sul percorso che si erano impegnati a percorrere. Di giochini di palazzo Milano non ha bisogno e anzi in questo modo si mortifica la partecipazione e l’entusiasmo necessari per affrontare una sfida più difficile, quella di battere il CentroDestra. Noi, la città non la vogliamo regalare”. E mentre dopo l’episodio di oggi sui social si accende il confronto tra esponenti di Sel e Pd, con oggetto del contendere le primarie e la possibile candidatura di Giuseppe Sala, Pietro Bussolati, segretario metropolitano del Pd replica: “”Pirovano e Bazzini di Sel non si sono accorti che mancava tutta la coalizione, non solo il PD, al tavolo del comitato organizzativo delle primarie. E il motivo è semplice: dopo il viaggio a Roma del sindaco tutti aspettavano da lui l’indicazione di una data per le primarie. Nell’attesa, non si può riunire alcun tavolo tecnico. Dunque nessuno boicotta nulla, il PD è pronto. E’ assurdo, inoltre, che Sel accusi proprio il Pd di fare giochini di palazzo e di non essere leale e trasparente. Appena qualche settimana fa tutta la coalizione ha firmato un patto di lealtà che proprio Sel ha smentito un minuto dopo averlo sottoscritto. E in questo senso, siamo preoccupati anche dalle ultime dichiarazioni del coordinatore nazionale Fratoianni”. (4 dicembre 2015)

Condividi questo articolo