"/>
lunedì 25 giugno 2018 04:19:11
omnimilano

Salone del Mobile, per l’edizione 2018 il primo Manifesto di idee con “Milano al centro”

7 febbraio 2018 Cronaca, Economia

Dal 17 al 22 aprile, presso Fiera Milano Rho, si svolgerà la 57esima edizione del Salone del Mobile che quest’anno si presenta con il suo primo Manifesto che mette ‘Milano al centro’, “una dichiarazione di intenti che getta le basi di un nuovo modo di pensare, fare sistema e progetto”. Il Salone di quest’anno arriverà proprio al centro di Milano: davanti a Palazzo Reale, sorgerà infatti un padiglione progettato lo studio Carlo Ratti Associati e dedicato al rapporto abitare e natura.
“Il successo del Salone del Mobile risiede nell’instancabile rete industriale alla sua base: un sistema produttivo nato dall’incontro tra imprenditori di piccole e grandi aziende da un lato, designer e architetti dall’altro, che insieme lavorano per creare e mostrare l’eccellenza. Oggi, però, per vincere la sfida globale, dobbiamo fare ancora di più: dobbiamo puntare sull’innovazione e sulla qualità sostenibile, sulla capacità di fare sistema e cultura, sulla volontà di condividere informazioni e valorizzare le nuove generazioni” afferma Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile in occasione della presentazione oggi alla Bocconi. “Per questo, anche il Salone continua a rinnovarsi e a consolidare il suo legame con Milano. Il primo Manifesto è un impegno a fare sempre meglio e un invito a Milano, la città al centro di tutto, da dove è partito tutto, a fare rete, a crescere insieme; per moltiplicare la forza centripeta e attrattiva del Salone e consolidare la città in quel place to be irrinunciabile per i grandi brand, i loro progetti, le loro risorse umane ed economiche”. Per il sindaco Giuseppe Sala, il Salone “è un marchio distintivo di Milano. Molto più di una semplice esposizione di arredamento, il Salone è un evento internazionale, laboratorio di sperimentazione e ricerca, luogo di incontro e vetrina di nuovi business: un appuntamento imperdibile per designer e architetti che qui, ogni anno, presentano, studiano e anticipano tendenze, con occhio sempre più attento alla sostenibilità. In altre parole, il Salone racconta al meglio l’anima intraprendente, giovane, concreta e visionaria della nostra Milano. E sono certo che l’edizione 2018 contribuirà a rafforzare questa sua immagine”. Proprio con l’immagine di una Milano al centro del processo di rinnovamento si apre il Manifesto del Salone del Mobile, che, spiegano gli organizzatori, “intende fungere da volano verso un nuovo modo di pensare alla manifestazione e alla città, per consolidarne il processo di internazionalizzazione e il ruolo di leadership conquistato negli anni”. Tra le parole d’ordine del Manifesto “qualità sostenibile, collaborazione, inclusione e condivisione, valorizzazione del talento dei giovani e del patrimonio culturale” per “un design e un’architettura più attenti alle esigenze di una società in continua evoluzione, che gode di progetti avveniristici ma ha bisogno anche di tante piccole emozioni da vivere nel quotidiano”. Per sottolineare e valorizzare questo legame con Milano, la 57esima edizione della manifestazione varcherà i confini della Fiera e indagherà il rapporto tra la natura e l’abitare con una grande mostra-installazione. Dal 17 al 29 aprile, in piazza del Duomo, davanti a Palazzo Reale, sorgerà un padiglione progettato e sviluppato insieme allo studio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati che offrirà spunti alla progettualità green negli spazi interni delle case. Tra le iniziative, la terza edizione del Salone del Mobile Milano Award “sarà una grande festa del design che verrà celebrata venerdì 20 aprile a Palazzo Marino sotto il segno delle grandi suggestioni che la manifestazione avrà trasmesso. Verrà riconosciuto il grande impegno produttivo e organizzativo delle aziende e di tutti quei designer e personaggi che contribuiscono a rendere Milano il luogo più interessante e attrattivo al mondo in quella settimana”.

Condividi questo articolo