"/>
giovedì 19 ottobre 2017 14:42:01
omnimilano

Salone del libro, l’Associazione editori sceglie Milano: Joint venture con Fiera per eventi promozione della lettura

27 luglio 2016 Senza categoria

Una manifestazione diffusa sul territorio, che si terrà a Milano, come parte di un piano, il ‘Progetto promozione del libro’, che prevede diversi eventi in tutta Italia. È questa la decisione comunicata oggi pomeriggio in corso di Porta Romana da Aie, l’associazione italiana editori, in una conferenza stampa. A parlare, tra gli altri, Federico Motta, presidente di Aie: “è stata una scelta mossa dalla validità del progetto, i costi sono importanti ma non è stato deciso sulla base dei costi”, ha detto. La gestione sarà affidata a una Newco, composta al 49% da Aie e al 51% da Fiera Milano, che si occuperà anche degli altri eventi in Italia, dei quali al momento sono previsti uno a Roma e uno nel sud Italia. Il consiglio si e’ espresso con una maggioranza di 17 voti a favore su 32, con 8 astenuti e 7 contrari.  La nuova manifestazione annunciata da Aie si terrà nello spazio della fiera di Rho a maggio, come parte di un’attività di “promozione della lettura e del libro” che comprenderà anche un potenziamento di ‘Più libri più liberi’, la fiera che si tiene a Roma, e un progetto itinerante nel sud Italia. L’iniziativa milanese sarà presentata a settembre. “Non abbiamo deciso di fare un nuovo salone, ma di fare un percorso autonomo di cui la fiera è solo un elemento”, ha chiarito il presidente di Aie Federico Motta. Gli editori hanno inoltre voluto specificare che quella con la Fondazione del Libro torinese non vuole essere una rottura definitiva, ma che si augurano di continuare a collaborare in futuro. “La decisione è stata presa dal consiglio generale all’unanimità il 25 febbraio scorso”, ha poi spiegato Motta, ma non è stata annunciata subito per evitare interferenze con la campagna elettorale a Torino. La nuova manifestazione milanese era stata chiamata ‘MiBook’ solo come denominazione interna, ma questo nome non è stato confermato in conferenza stampa. “Sul tappeto non c’erano una fiera contro l’altra”, dice Motta, ma il nuovo piano sarà un “progetto inclusivo”. Per quel che riguarda i rapporti con Bookcity, l’altra manifestazione milanese dedicata ai libri, la rassegna “sarà una parte dell’organizzazione con cui discutere strategie comuni”.

Condividi questo articolo