"/>
domenica 19 novembre 2017 05:53:10
omnimilano

Rai, Sala: “Porti informazione a Milano”
Documento in consiglio comunale per “convergenza”

18 gennaio 2017 Politica

 

“Credo che sia il momento che la Rai faccia qualcosa di più per portare parte dell’informazione a Milano, mi sembra doveroso e mi attiverò e chiederò al Consiglio comunale di fare altrettanto perché mi sembra giusto che la Rai si decida, dopo tante discussioni, a portare qualcosa a Milano”. Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala, a margine del consiglio metropolitano, prendendo spunto dalla decisione di Sky di trasferire il tg da Roma a Milano. Su questo, il sindaco ha aggiunto: “C’è un punto che non ho ancora approfondito che è quello degli esuberi e chiederò all’ad che me lo spieghi. La parte positiva è certamente il trasferimento a Milano del tg. Obiettivamente Milano è una capitale dell’informazione e dell’audiovisivo, io prendo questa notizia anche come stimolo e rilancio sulla Rai”. Sulla sua proposta Sala ha raccolto  dalla maggioranza e dal centrodestra. “La proposta del sindaco su una maggiore presenza della Rai a Milano è coerente col ruolo sempre più importante che la nostra città gioca sui temi dell’informazione e dell’audiovisivo a livello nazionale”, interviene Filippo Barberis, capogruppo Pd in Consiglio Comunale: “Sul punto – aggiunge – credo sia possibile un ampia convergenza tra le forze politiche e quanto prima presenteremo un ordine del giorno in Consiglio Comunale per stimolare tutte le verifiche necessarie a portare a casa l’obiettivo”.  All’assessore regionale Viviana Beccalossi “fa piacere che anche il sindaco di Milano Giuseppe Sala dichiari di voler sostenere la causa di un rafforzamento della Rai a Milano. Sono anni che la Regione chiede con forza di portare risorse, strutture e posti di lavoro della tv di Stato nel capoluogo lombardo. Non per vezzo ma per disporre finalmente di una sede adeguata in quella che e’ la capitale economica e dell’informazione nazionale. Ho ancora ben chiare le dichiarazioni dell’allora direttore generale Rai Luigi Gubitosi che due anni fa, nel corso di un incontro con il presidente Maroni, aveva annunciato di voler aprire un nuovo centro di produzione a Milano destinato a sostituire la vecchia e ‘storica’ sede di corso Sempione. Come sempre il tempo passa e i vertici Rai cambiano, ma tutto finisce sempre con un nulla di fatto. A Milano e nel territorio della Citta’ metropolitana – conclude – le aree disponibili non mancano di certo e la realizzazione di una nuova sede Rai sarebbe del tutto coerente con il rinascimento urbanistico che la citta’ sta vivendo in questi anni. E’ chiaro che senza una volonta’ politica forte, questa operazione, che ritengo doverosa, verra’ sempre tenuta nel cassetto nel nome del mantenimento dello status quo e dell’interesse di qualcuno”. Chiama in causa l’amministratore delegato della Rai, Antonio Campo Dall’Orto, Vinicio Peluffo, capogruppo Pd della commissione di Vigilanza: “La volontà espressa dal sindaco Beppe Sala di chiedere ai vertici Rai, anche attraverso il consiglio comunale, di valorizzare la presenza della tv pubblica a Milano e del suo centro di produzione, è davvero un’ottima notizia. Ha ragione Sala, il tema è stato sollevato più e più volte, è venuto il momento che l’azienda prenda una decisione nella direzione di dare maggiori responsabilità al centro di produzione di Milano, che ne è più che all’altezza. Io stesso l’ho chiesto con un atto ufficiale all’ad Campo Dall’Orto appena dopo il suo insediamento e recentemente mi sono duramente confrontato con i vertici Rai per il fatto che, invece di premiare Milano, addirittura la penalizzano con esternalizzazioni o trasferimenti continui da Roma di registi e tecnici. Tutto questo mentre Milano continua a dimostrare grande capacità attrattiva per tutto il mondo dell’informazione e della comunicazione. Settimana prossima – conclude il deputato – è prevista l’audizione dell’ad in commissione di Vigilanza, tornerò a chiedergli un impegno preciso dopo tante buone intenzioni”.}

Condividi questo articolo