"/>
lunedì 20 novembre 2017 11:00:17
omnimilano

Comunali, Sala: “Equivoci, ripartiamo da programmi”

8 marzo 2016 comunali, Politica

Con Francesca Balzani “probabilmente” ci sono stati “anche tanti equivoci” ma ora bisogna “ripartire dai programmi” perche’ da quelli “si capisce che tutte queste differenze non ci sono”. Lo ha detto il candidato sindaco del centrosinistra Giuseppe Sala, ieri sera intervenendo a sorpresa all’incontro “Andiamo avanti: progetti e idee per la grande Milano” presso la Fondazione Quercioli. “Questo tema – e’ l’intervento di Sala ripreso da Repubblica Tv – lo dobbiamo risolvere. Io credo che siamo arrivati a questa situazione con Francesca e con chi era con Francesca probabilmente anche per tanti equivoci. Mancano una decina di giorni” all’evento del 19 marzo e “perlomeno sui programmi e’ il caso che ci si dia un’accelerata. Questo e’ quello che chiedo io: ripartiamo dai programmi perche’ partendo dai programmi e dalle progettualita’ si capisce che tutte queste differenze non ci sono. Perche’ alla fine la sintesi e’ quella li’: dove volete che troviamo le grandi differenze fra di noi su come si vedono le tematiche che abbiamo citato? Ma veramente pensate che se ci mettiamo qui, io, Stefano Boeri, Francesca e Majorino la vediamo in modo diverso rispetto alle tematiche che abbiamo citato?”. La risposta, dalla platea, e’ stata un si’, con la domanda: “Come mai ci troviamo in questa situazione se siete cosi’ d’accordo?”. E ancora: “vuole dirci se condivide i punti salienti del programma di Francesca Balzani?”. La risposta di Sala: “Non condivido due cose, ma l’ho sempre detto. Non sono d’accordo con l’estensione dell’area C. Mettiamoci a discutere ma non sono d’accordo” e “l’altra cosa, quella proposta che a me sembrava molto sbagliata, perche’ ragiono in ottica di area metropolitana, sui servizi pubblici gratuiti. Su queste cose confermo che non sono d’accordo. E quindi? E’ chiaro che se il tema e’ che, se non siamo d’accordo su Area C allora la vediamo in maniera diversa, allora vabbe’. Ma si rende conto? Dal mio punto di vista, se le differenze sono queste, per me non sono differenze. Sono cose su cui ci si mette al tavolo e in un giorno si trova la sintesi, ma realisticamente”.

Condividi questo articolo