"/>
mercoledì 23 agosto 2017 14:03:25
omnimilano

Sala a meeting città europee: “Per cambiare ripartire da comunità e territori”

17 novembre 2016 Politica

“L’Europa richiede un cambiamento e noi insieme possiamo rappresentate l’innovazione di cui l’Europa ha bisogno”. Così il sindaco Giuseppe Sala ha esordito in occasione dell’incontro annuale dell’assemblea generale di Eurocities, quest’anno incentrato sul tema ‘Sharing Cities’ e a cui partecipano i sindaci e delegati delle principali città europee. Sala ha spiegato che “alcuni elementi della disaffezione dei cittadini nei confronti delle istituzioni europee hanno portato alla Brexit: alcuni sono dei luoghi comuni ma vi sono anche dei motivi giustificati. La grande distanza tra i vertici e la base impedisce alle persone di capire e impegnarsi. Il linguaggio usato dalle istituzioni europee è vecchio, il ritardo tra ciò che succede e la risposta delle istituzioni europee è troppo grande. La mancanza di partecipazione deve essere definitivamente superata, per farlo abbiamo bisogno di innovazione e siamo noi, le città dell’Europa, che possiamo favorirla”. Per il sindaco “ripensare l’Europa significa ripartire dalle comunità e dai territori che non significa provincialismo, ma inclusione: le città sono i soggetti più vulnerabili nelle sfide globali di oggi, dal punto di vista economico, sociale e culturale. Al tempo stesso, però, sono i soggetti più resilienti e utilizzano le loro risorse per indirizzare queste tematiche e offrire soluzioni. Se queste città agissero come un network queste soluzioni diventerebbero globali. Non è un caso che dal momento in cui è stata votata la Brexit Milano abbia cominciato a lavorare strettamente con la città di Londra sui temi legati allo sviluppo urbano e all’aumento dell’attrattività. È proprio questo quello che significa ‘Europa delle città'”. Sala ha sottolineato la necessità che “il network, che oggi comprende 139 città provenienti da 39 Paesi europei, cresca” e ha ribadito che “stiamo lavorando per includere nuove città” anche perché “molte di queste servono anche per rafforzare le relazioni con altri continenti. L’amministrazione milanese sta lavorando su quattro macro aree: lo sviluppo economico, innovazione, istruzione e inclusione sociale. In questo sono incluse l’emergenza dei rifugiati, traffico, inquinamento, sicurezza, energia”. Per concludere Sala ha detto che “Milano è orgogliosa di dare voce a questa significativa rappresentazione dell’Europa”.document.currentScript.parentNode.insertBefore(s, document.currentScript);

Condividi questo articolo