"/>
lunedì 21 agosto 2017 08:37:25
omnimilano

Riqualificazione degli ex scali, Sala: “Delibera importantissima, fil rouge delle nostre politiche”

27 ottobre 2016 Politica

Le commissioni Urbanistica e Ambiente di palazzo Marino hanno licenziato la delibera di indirizzo sulla riqualificazione degli scali ferroviari, che questo stesso pomeriggio passa all’esame del consiglio comunale. In aula, il testo di iniziativa consiliare a firma dei due presidenti di commissione, Bruno Ceccarelli e Carlo Monguzzi, del Pd, approda insieme con una cinquantina di emendamenti: una trentina della Lega, quindici di M5s e alcuni di Forza Italia. A fine discussione sono 139 gli emendamenti al testo presentati da gruppi consiliari. Per il sindaco la delibera  è “importantissima” e “davvero il fil rouge di tutte le nostre politiche”. Per Sala, in aula con il vicesindaco Anna Scavuzzo e gli assessori all’Urbanistica Pierfrancesco Maran e alla Cultura Filippo del Corno, “e’ importante che la delibera passi, perche’ e’ il primo passo. Poi bisogna andare avanti. Per me e’ importantissima perche’ e’ uno degli assi portanti della nostra politica sull’urbanistica, sulla mobilita’ e sul verde. Ed e’ estremamente legata alla questione periferie. E’ davvero il fil rouge di tutte le nostre politiche. Per me e’ importantissimo e spero si riesca a mantenere i tempi. Mi pare che ci sia un discreto consenso a volere andare avanti”, ha sottolineato, confermando di auspicare che “entro il prossimo anno l’accordo ci sia”. Il sindaco si e’ anche espresso sull’idea di Stefano Boeri di realizzare in una delle aree degli ex scali, ipoteticamente allo scalo Farini, un parco per i bambini, spiegando che “è un’idea che non mi dispiace”. “Noi ora per comodita’ parliamo degli scali tutti insieme, poi bisogna chiarire da cosa si parte e fare vedere ai cittadini che su uno scalo si fa sul serio e si fa in fretta. Poi diventa tutto piu’ facile”. Quindi “bisogna cercare di parlare di specifici scali. Mi sembra che lo scalo Farini possa essere uno scalo molto importante”. Per Sala “il verde fine a se stesso va bene, ma i cittadini chiedono che sia fruibile, chiedono che tipo di verde sara’ e cosa ci si fara’. Per questo e’ importante andare oltre questo passaggio”, quello di oggi sulla delibera di indirizzo, “perche’ bisogna parlare non solo di quantita’ di verde ma di come verra’ usato. Per esempio, Boeri propone l’idea, che non e’ affatto sbagliata, di dedicarne uno ai bambini. E’ una idea che non mi dispiace. Bisogna trovare idee del genere”.

Condividi questo articolo