"/>
domenica 27 maggio 2018 19:54:39
omnimilano

Regionali, Rozza in campagna elettorale lascia assessorato: Sala tiene deleghe Sicurezza

4 febbraio 2018 Cronaca, Politica

“In quanto candidata alla Regione Lombardia, lunedì sarà il mio ultimo giorno di lavoro come assessore alla Sicurezza del Comune di Milano. Da martedì sarò il candidato Carmela Rozza, in campagna elettorale su tutto il territorio della provincia di Milano. Le deleghe le terrà il sindaco in via temporanea e poi ci sarà un ragionamento sull’eventuale sostituzione”. Carmela Rozza, a margine di un evento organizzato presso la sede del comitato elettorale di Giorgio Gori, ha annunciato le tempistiche delle sue dimissioni in vista della sua campagna elettorale per le Regionali del 4 marzo. “Nel mio caso specifico – ha precisato Rozza – ovvero quello di un assessore alla Sicurezza che ha la polizia locale tra le sue competenze è giusto separare, anche con la restituzione delle deleghe, la funzione del candidato dall’attività della polizia locale che deve essere sempre terza e non deve essere mai connotata da un partito politico”. Ma “ritengo che queste regole del ‘doversi dimettere perché ci si candida’ o del ‘bisogna essere candidati del territorio dove si è residenti’ siano prive di costrutto politico. Oggi, il tema vero della politica è che si sta dando troppa sostanza a forme prive di costrutto. È tutta forma, è tutto ‘grillismo’, chiamiamolo così. La sostanza della politica è un’altra: fin quando amministri – ha detto – tu sei chiamato a risolvere i problemi dei cittadini e il tuo lavoro è la tua campagna elettorale. Il cittadino non deve avere la campagna elettorale per capire se sei serio”.

“Dalla settimana prossima prenderò le deleghe alla Sicurezza, in attesa di individuare un sostituto dell’Assessore Carmela Rozza, che corre per le elezioni regionali. Stamattina – ha intanto scritto il sindaco Giuseppe Sala sulla sua pagina Facebook – sono stato in giro in pattuglia: partiamo dalle basi! Sono tante le cose su cui lavorare, dal presidio della sicurezza nei quartieri alla lotta all’abusivismo, dal controllo della sosta selvaggia all’intervento rapido per fatti criminosi”. In particolare, spiega, “ho chiesto al Comandante Ciacci di rinforzare l’attività su due problematiche”. La prima riguarda il fatto che “ogni giorno a Milano ci sono circa 40-50 incidenti stradali. Molte le cause, ma una criticità vera è quella relativa all’utilizzo del cellulare alla guida. Lo usano in tanti, in auto e in moto. Spessissimo, lo si può verificare facilmente, il telefonino viene usato per leggere o mandare messaggi. Dobbiamo dare un giro di vite, per la sicurezza di tutti. L’altra problematica su cui ho chiesto di alzare il livello di attenzione è quella dello spaccio di stupefacenti. Milano ha, tra l’altro, uno dei nuclei cinofili migliori d’Italia: sono stato al Parco Sempione e ho visto un nostro cane identificare della droga nascosta tra i cespugli. Stiamo ottenendo discreti risultati, ma dobbiamo essere sempre più attenti e non abbassare mai la guardia”.

Condividi questo articolo