"/>
martedì 20 febbraio 2018 08:37:21
omnimilano

Regionali, polemica per le parole di Fontana su ‘razza bianca’. Gori: “Da noi proposte su lavoro e crescita, scelta ai lombardi”

15 gennaio 2018 Politica, Regionali

Polemiche per le parole del candidato del centrodestra alla presidenza della Regione, il leghista Attilio Fontana, che parlando di immigrazione a Radio Padania ha utilizzato espressioni come ‘razza bianca’.  Tra i primi a commentare, su Facebook, Giorgio Gori, candidato governatore del centrosinistra. “Campagna elettorale: c’è chi parla di forconi e razza bianca. Noi parliamo di formazione, lavoro, crescita, Europa. Scegliete voi. Fare Meglio si deve, senza isterismi e demagogia”, ha scritto. E su Facebook è intervenuto anche il sindaco Giuseppe Sala. “Siamo solo all’inizio della campagna elettorale e dobbiamo già fare i conti con dichiarazioni così gravi – ha scritto –  Se continua così, Fontana, prima del 4 marzo potrebbe dire che tutti quelli che si chiamano Calogero e vengono dalla Sicilia hanno un mese di tempo per tornare nella loro regione. Scelgo l’ironia per commentare quanto detto dal candidato del centrodestra. E, anche se si è corretto dando la colpa ad un lapsus, mi chiedo: di questo passo, dove andremo a finire?”. Duro anche il commento, in una nota,  di Dario Violi, in corsa per Palazzo Lombardia con il M5S.  “Le parole di Fontana sono vergognose  Il fenomeno dell’immigrazione non si risolve con sparate da campagna elettorale, esercizio in cui è già diventato molto bravo. Arresti, corruzione, tangenti nel congelatore, Fontana dovrebbe preoccuparsi del problema della legalità nel suo partito e in tutta la sua coalizione di centro destra. Anche nell’ultima legislatura l’illegalità ha regnato sovrana: pensi prima a fare pulizia nel suo partito”. Dal centrodestra, in difesa dell’ex sindaco di Varese, tra gli altri, la coordinatrice lombarda di Forza Italia, Mariastella Gelmini: “Conosco Fontana da tempo, è una persona seria e moderata, non un razzista si è trattato di una frase infelice della quale si è scusato” e il presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo: “L’espressione usata da Fontana è certamente infelice, ma si è scusato, Lo conosco personalmente e so che in lui non c’è alcun tipo di flessione razzista: sono certo che in futuro non userà più espressioni equivocabili. Ora stop alle polemiche sterili e strumentali alimentate ad arte da Pd e M5S. Andiamo avanti sulle proposte e i contenuti per la Lombardia”.

Condividi questo articolo