"/>
domenica 18 febbraio 2018 08:03:58
omnimilano

Regionali, Gori ‘chiama’ Mdp per centrosinistra unito: “Sono testardo, vincere tutti insieme”

2 dicembre 2017 Politica

“Sono molto testardo e ci tengo a questa cosa, vorrei che Mdp fosse presto” con noi. Lo ha detto Giorgio Gori, candidato alla presidenza della Regione per il Pd con il sostegno di quasi tutto il centrosinistra, confermando la volontà di tenere aperto il dialogo con Mdp che ancora non fa parte della coalizione che lo appoggia nella corsa alla Regione. In Lombardia, ha precisato Gori “non c’è un secondo tempo”, come ha detto Pierluigi Bersani per il piano nazionale “o si vince tutti assieme o si fa governare altri 5 anni il partito di Salvini”. “Questa responsabilità politica è condivisa da tutti noi, credo che in fondo nel cuore anche dagli amici di Mdp – ha detto inoltre Gori – si tratta di fare un passo e capire che la Lombardia proprio perché ha regole diverse merita scelte differenti rispetto a quelle che purtroppo pare stiano maturando a livello nazionale”. Sull’unità del centrosinistra in Lombardia si è soffermato anche l’esponente dem e ministro della Giustizia Andrea Orlando:  “Se c’è un posto nel quale risulta incomprensibile la scelta di alcune forze di non partecipare alla coalizione di centrosinistra, è la Lombardia”, ha detto intervenendo all’iniziativa ‘Lombardia Domani’ . “Qui non ci sono i mille giorni di Governo – ha proseguito – tutto questo in una realtà in cui sei all’opposizione, in cui la destra ha caratteristiche lepeniste, non capisco come si possa spiegare”. Per Orlando quindi “dobbiamo fare una battaglia per l’unità, anche per quelli che l’unità non l’hanno voluta”. “Gori ha lavorato con alacrità – ha proseguito – è protagonista di un’esperienza in una città come Bergamo in cui ha puntato sull’unità del centrosinistra e ha vinto”.

Condividi questo articolo