"/>
martedì 17 ottobre 2017 10:09:51
omnimilano

RAPINAVANO BANCHE ENTRANDO CON BUCO NEL MURO, ARRESTATO 41ENNE CAPO BANDA

9 dicembre 2015 Cronaca

Arrestato negli scorsi giorni dalla quinta sezione della Squadra Mobile di Milano il 41enne calabrese Rosario Gioia, pregiudicato, ritenuto il leader di una banda del buco. Il gruppo di rapinatori, 6 in totale, aveva messo a segno almeno 2 rapine e una tentata rapina ai danni di tre diverse banche del milanese tra il 2011 e il 2012.
Il modus operandi della banda, altamente specializzata, prevedeva lo studio delle planimetrie delle banche per decidere come assaltarle. I rapinatori scavavano un buco che dai sotterranei degli edifici adiacenti conduceva all'istituto bancario, nel quale facevano irruzione dopo l'orario di chiusura sequestrando i dipendenti per farsi aprire il caveau e le casse temporizzate e svuotarle. Gioia e i suoi complici, tutti italiani tranne un ecuadoriano, tutti arrestati il 23 ottobre, avevano rapinato 86mila euro, il 26 ottobre 2012, in una banca dia San Giuliano Milanese. L'altra rapina riuscita è quella di marzo 2011 ai danni di un istituto in via Quarenghi, con un bottino di 37mila euro, mentre il colpo fallito risale al 31 marzo 2011, in via Ripamonti presso una filiale del Banco di Desio. Gli investigatori hanno identificato i rapinatori grazie al DNA analizzato su alcuni indizi come bottiglie e mozziconi di sigaretta ritrovati sul luogo della rapina a San Giuliano, elementi poi incrociati con tabulati telefonici. Gioia, latitante dallo scorso ottobre, è stato arrestato a Roma, dove risiedeva.

Condividi questo articolo