"/>
domenica 22 ottobre 2017 10:10:13
omnimilano

QUARTIERE ADRIANO, DOMANI GIORNATA FESTA CON ‘ROMPIAMO LE RIGHE!’

13 ottobre 2017 Cronaca
Domani, dalle ore 12 fino a mezzanotte “Rompiamo le righe!”, grande festa popolare voluta da Fondazione Cariplo per inaugurare il programma Lacittàintorno. L’iniziativa animerà il quartiere Adriano, nell’area nord-est della città. “Rompiamo le righe! sarà una giornata fuori dagli schemi e diversa da tutte le altre, l’inizio di un viaggio alla scoperta di una Milano a misura d’uomo, dove poter celebrare l’incontro fra tradizioni e culture lontane, che quotidianamente convivono nelle città contemporanee. Un insieme di attività coinvolgenti legate al quartiere per sviluppare un nuovo punto di vista su ciò che ci circonda”, sottolinea Fondazione Cariplo.
Con Rompiamo le righe! tutti potranno mettersi alla prova e scoprire cosa significa lavorare nella redazione di una radio o diventare veri e propri influencer nel quartiere e nella città, ma sarà anche possibile giocare a basket in un campo originale e bellissimo o scoprire che anche le luci possono essere potenti strumenti musicali e molto altro ancora.
Non mancheranno infine momenti conviviali legati a un tema universale come quello del cibo: cibo etnico ed etico, cibo buono che arriva da luoghi lontani, un’occasione per viaggiare e conoscere altri mondi insieme ai migranti che l’hanno preparato e che ne racconteranno la storia, l’origine e il valore.
Rompiamo le righe! sarà dunque una festa aperta a tutta la città per cominciare a vivere, respirare e toccare con mano lo spirito del programma Lacittàintorno: creare occasioni di incontro e scambio fra i cittadini, rafforzare il senso di appartenenza a un luogo e alla comunità che lo abita, favorire il benessere nelle aree più fragili delle grandi città creando nuove mappe culturali, artistiche e sociali.
Con questo stesso spirito, Rompiamo le righe! passerà il testimone a Sottocasa, il calendario delle attività culturali di Lacittàintorno che coinvolgerà le zone interessate dall’intervento fino a dicembre 2018.

Condividi questo articolo