"/>
venerdì 24 novembre 2017 06:58:11
omnimilano

Pronto Piano per i soccorsi e un ‘Cruscotto emergenze’ per la sicurezza

21 marzo 2017 Senza categoria

In vista della visita del Papa a Milano, la città si mobilità anche dal punto di vista del soccorso sanitario e della sicurezza.

L’Areu ha predisposto un Piano straordinario per l’assistenza del Pontefice e dei fedeli che parteciperanno ai vari eventi, con allestimento di un centro ad hoc di coordinamento dei soccorsi.

Da una parte, Automedica e Ambulanza dedicati all’ assistenza Papa saranno a disposizione dalle ore 07.00 presso l’aeroporto di Linate, per l’intera giornata. Dall’altra, la sala operativa 118 metropolitana saràpotenziata con un infermiere e un operatore tecnico dalle ore 08.00 alle ore 02.00 e con un ulteriore operatore tecnico dalle 24.00 alle ore 07.00.
Tutte le tappe della visita del Papa (Incontro via Salomone, incontro sacerdoti in piazza Duomo, incontro cresimandi a san Siro, Messa al parco di Monza) vedranno un potenziamento di uomini e mezzi (ambulanze, automediche , squadre appiedate, medici per il coordinamento, operatori tecnici).
Al Parco di Monza, dove si celebra la Messa, sono stati allestiti quattro PMA (posto medico avanzato), due dalle ore 8 alle ore18, uno dalle 8 alle 20 e uno dalle 6 alle 18, con la presenza ciascuno di due medici, tre infermieri, due soccorritori e un medico di continuità assistenziale e/o pediatra di base. Per quanto riguarda i mezzi ci saranno 2 automediche dentro il parco, una in attenzione ai disabili (6000 previsti) e una a disposizione dei quattro PMA; altre altre due fuori dal parco per i servizi a Monza e comuni limitrofi. Inoltre, 8 ambulanze e 100 squadre appiedate. A disposizione anche l’Unità sanitaria di decontaminazione (8 operatori) al mattino in zona Milano e nel pomeriggio zona Monza.
Infine, sono stati poi potenziati i punti di arrivo e ripartenza, ovvero le stazioni ferroviarie di Arcore, Lissone, Villasanta e Monza ciascuna con un’ ambulanza e una squadra appiedata (due ambulanze e due squadre appiedate a Monza, che ha due “uscite” dalla stazione) che coprono l’orario 6.00 fino alle 4.00.

Dal punto di vista della sicurezza, invece, tutta l’esperienza tecnologica maturata durante Expo 2015 verrà messa in campo per rendere la visita di Papa Francesco la più sicura possibile, con un eccellente piano di coordinamento tra tutte le istituzioni, Regione, Comune, Prefettura e Città Metropolitana. Tale sistema, ottimizzato durante l’Esposizione Universale ed implementato dopo la chiusura del grande evento, rappresenta oggi, attraverso una rete organizzativa tra Sale Operative e punti di presidio delle diverse amministrazioni impegnate, il nodo nevralgico che sarà incaricato nei prossimi giorni di sorvegliare e gestire, appunto, i vari aspetti della visita del Santo Padre.

Tra le best practice da citare, il sistema “Cruscotto Emergenze”, progettato da Lombardia Informatica per Regione Lombardia, che garantirà ai diversi operatori un sistema digitale per la condivisione in tempo reale delle informazioni utili mantenendo connesse le diverse centrali operative con informazioni sempre aggiornate. Cruscotto Emergenze permette alla Prefettura e agli operatori dei singoli enti la visione integrata e in tempo reale dei dati per il monitoraggio del territorio, consentendo di rilevare pericoli reali o potenziali.

Condividi questo articolo