"/>
venerdì 26 maggio 2017 05:47:18
omnimilano

Primarie Pd, Sala: “Non sentirò Renzi, parlerò con Martina per le regionali”

2 maggio 2017 Politica

L’affluenza alle primarie del Pd a Milano metropolitana è stata di 88.458 votanti, a cui si aggiungono circa 5000 cittadini residenti a Milano e provincia, che domenica 30 aprile hanno votato da fuori sede sul territorio nazionale. Matteo Renzi ottiene il 74,95% dei consensi. In Lombardia hanno votato  226.356 cittadini, per Renzi 172.546 voti pari al 76,65 per cento.

“Non ho sentito Matteo Renzi e non lo sentirò. Ho fatto gli auguri a Martina che sento spesso. Mi auguro che tutti e due vengano presto a Milano. Al di là di qualche critica che ho espresso, prendo atto che ha vinto e ha vinto decisamente bene”, ha detto il sindaco Giuseppe Sala commentando, a margine dell’inaugurazione del parco Zara-Expo, l’esito delle primarie del Pd e la vittoria dell’ex premier Matteo Renzi in ticket con Maurizio Martina. “L’ha detto anche Renzi stesso – ha proseguito – che ha una straordinaria responsabilità, quindi assolutamente deve tenere il partito unito. Oltre le primarie ci saranno tanti momenti di verifica della scelta che abbiamo fatto come elettori di sinistra. Ci sono delle amministrative a breve che riguardano tanti comuni qui intorno, ci sono le elezioni in Sicilia e poi più avanti ci saranno le politiche”.

“Le primarie sono una buona cosa, ma sono solo un passo per poi ottenere buoni risultati davanti a tutti gli elettori”, ha proseguito Giuseppe Sala commentando. “Le primarie – ha aggiunto – devono servire per unire e lo vedremo nelle prossime settimane. Se servono per rinforzare l’idea del partito funzionano, in caso contrario no. Anche in Francia ad esempio non sono state garanzie di vittoria alle elezioni, quindi il tema è quello di prepararsi a vincere dopo altrimenti le primarie in se non significano più di tanto. Però un milione e 800mila persone sono certamente un bel segno”.

Il fatto che il ministro Maurizio Martina farà il vice segretario del Pd lo esclude dalla corsa per le regionali in Lombardia? “Da questo punto di vista – ha detto Sala – Martina lo sentirò nei prossimi giorni perché è importante capire come ci si muoverà. Ribadisco che non ritengo sia necessario che le primarie ci siano a tutti i costi, però, primarie o no, dobbiamo avere un candidato certo a settembre perché sarà molto difficile vincere con Maroni. È inaccettabile che mettiamo un candidato di bandiera perché tanto si perde”.

Condividi questo articolo