"/>
domenica 22 ottobre 2017 10:17:02
omnimilano

Politecnico-Fs, accordo di collaborazione: manager in cattedra sui temi della mobilità

22 settembre 2017 Cronaca, Economia

Prende il via oggi con le lezioni di ‘Management: Infrastructure and Services’ il Protocollo d’intesa per la cooperazione scientifica tra il Politecnico di Milano e FS Italiane, firmato questa mattina dal rettore Ferruccio Resta e dall’ad Renato Mazzoncini. L’insegnamento sarà interamente in inglese; gli studenti del corso di Ingegneria Elettrica e Meccanica incontreranno i top manager del Gruppo Fs e con loro si confronteranno in project work, visite tecniche, docenze e lavoratori pratici. Scopo del Protocollo d’intesa – che durerà due anni, ma l’augurio di Resta è che si possa “ricalibrare e rinnovare” – è di sviluppare attività di ricerca e cooperazione nelle discipline che riguardano la mobilità.
“La mobilità è uno dei grandi motivi di trasformazione della società e delle città per cui è settore da cui dipenderà anche lo sviluppo del Paese ed è un settore che puo dare soddisfazione anche a livello internazionale, siccome in termini di attenzione e know how non ha nulla da invidiare al resto del mondo”, ha detto il rettore Ferruccio Resta. “In un Paese in cui le politiche sulla ricerca non sono sempre chiare e stabili questi accordi sono fondamentali” per questo il Politecnico “chiede ai grandi gruppi industriali di farsi carico delle ricerca. Significa creare nuovi talenti”. In cattedra per la prima lectio magistralis proprio l’ad di Fs Mazzoncini, che sarà anche titolare del corso: “Avere ex alunni di successo ora docenti fa capire agli studenti che la preparazione che ricevono ottiene un’effettiva spendibilità ad altissimi livelli”. “La mobilità sta diventano una tematica trasversale per questo bisogna riuscire a trovare un modo per preparare, nei cinque anni universitari, ragazzi pronti ad affrontare questo mercato, che passa da tematiche tecniche a tematiche filosofiche” ha spiegato Mazzoncini. “L’accordo con il Politecnico è inserito nel vasto programma di iniziative che il Gruppo Fs promuove con altre istituzioni universitarie per facilitare lo sviluppo di competenze strategiche negli studenti utili sia per l’ingresso nel mondo del lavoro sia per apportare i cambiamenti necessari per migliorare il sistema si mobilitá collettiva”, ha concluso l’ad di Fs Italiane.
Oltre al nuovo insegnamento, l’accordo firmato questa mattina mette a disposizione anche dieci borse di studio da 2.500 euro.

Condividi questo articolo