"/>
giovedì 17 agosto 2017 13:44:52
omnimilano

Pisapia lancia il ‘Campo progressista’: “Dal basso e senza rottamare nessuno”

14 febbraio 2017 Omniparlamento, Politica

“Un campo aperto che ora è tutto da arare” e che come successo con il Modello Milano e in tanti altri comuni governati dal centrosinistra “vuole partire dal basso, senza però rottamare nessuno”. Così l’ex sindaco Giuliano Pisapia durante l’incontro Futuro Prossimo moderato da Gad Lerner e al quale hanno partecipato tra gli altri anche la presidente della Camera Laura Boldrini e Bruno Tabacci, ha parlato del nuovo progetto politico Campo Progressista da lui lanciato. Pisapia ha anche affermato di guardare “con rispetto” ad assemblee e congressi di Pd e Sinistra Italiana ma, ha aggiunto “anche noi chiediamo rispetto”. Il nostro “sarà un programma non di sogni e di speranze, ma concreto”, ha detto spiegando che “domani uscirà un documento valoriale” ma che poi il programma sarà costruito appunto “dal basso”, includendo anche persone “che per la loro professionalità possono darci un contributo e non per la loro appartenenza politica”. Nel corso del dibattito Pisapia ha inoltre rivolto critiche precise al governo indicando tra gli errori principali l’abolizione dell’Imu per tutti. “Gran parte degli errori – ha sostenuto – sono dati dal non tener conto di chi ti può consigliare e dall’altro dal circondarsi da ‘yes man'”.
“In cinque anni di amministrazione – ha però anche ammesso – mi sono reso conto che stare all’opposizione è molto facile e che governare è molto difficile, soprattutto in un momento di crisi” ma, ha concluso “è necessario anche saper fare autocritica”.

Condividi questo articolo