"/>
domenica 20 agosto 2017 02:16:11
omnimilano

Per la visita del Papa migliaia di volantini della Cgil per chiedere attenzione sui temi del lavoro

24 marzo 2017 Lavoro/Sindacato, Papa

Domani, in occasione della visita pastorale di Papa Francesco la Cgil della Lombardia, di Milano e di Monza e Brianza ha organizzato, “con una presenza di massa dei propri militanti e dirigenti, volantinaggi nelle piazze e nei quartieri toccati dalla visita pastorale del Pontefice e nelle maggiori stazioni di Milano e della Brianza, e al parco di Monza”. Il sindacato distribuirà in decine di migliaia di copie la cartolina/volantino che già domenica scorsa è stata distribuita davanti a molte chiese delle città lombarde. L’ insieme delle iniziative è stato comunicato anche a Papa Bergoglio attraverso una lettera del Segretario Generale della CGIL Lombardia Elena Lattuada nella quale si legge, tra l’altro: “Ci siamo permessi di riprendere alcune citazioni che Lei ha pronunciato sul tema della dignità del lavoro e nelle quali ha espresso contenuti e valori per noi fondamentali.
Anche in Lombardia continuano ad esserci grandi problemi occupazionali e la disoccupazione e i licenziamenti continuano ad essere fonte di preoccupazione. Un caso emblematico è quello dei lavoratori di KFlex, azienda multinazionale italiana sita da 25 anni nella provincia di Monza, che ha deciso di licenziare 187 lavoratori, di 14 nazionalità diverse, portando la produzione in Polonia, così come i lavoratori di General Electric a Sesto San Giovanni, che da più di 5 mesi stanno presidiando i cancelli per ottenere investimenti e salvare il proprio posto di lavoro.
Ben conosciamo la Sua sensibilità e attenzione alla condizione umana; il lavoro, come Lei spesso annuncia, è una parte fondamentale per affermare la dignità del singolo e di una comunità”.
Ricordando due vertenze ormai emblematiche per il mondo del lavoro nella nostra regione, il segretario generale della Cgil Lombardia ha voluto sottolineare l’esigenza di una convergenza di impegno e di volontà per trovare soluzione ai problemi più urgenti delle lavoratrici e dei lavoratori lombardi, dando nel contempo un segnale di apprezzamento per un’attenzione non scontata e preziosa che in molte occasioni il Pontefice ha dimostrato.

Condividi questo articolo