"/>
mercoledì 28 giugno 2017 04:00:27
omnimilano

Per la visita del Papa due zone “superblindate”, 9 varchi in piazza Duomo, Pontefice si sposterà su auto scoperta

13 marzo 2017 Cronaca, Papa

Saranno due le zone “super blindate” di Milano in occasione della visita del Papa: piazza Duomo e via Salomone. Lo ha riferito l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza, al termine del vertice in prefettura per definire le misure di sicurezza per il 25 marzo. Ci sara’, ha spiegato una zona “blindata” in via  Salomone “dove potranno accedere circa 10mila persone per assistere alla preghiera del papa”. Altra area super presidiata in piazza Duomo “per la sicurezza dei cittadini che vi accedono: non si tratta – ha spiegato Rozza – di impedire l’accesso ma di permettere che ci sia in piena sicurezza la possibilita’ per tutti i cittadini di incontrare il papa, che e’ una figura molto amata”.  Saranno nove i varchi di accesso in piazza Duomo, ha spiegato Rozza. La “mobilitazione” delle forze dell’ordine “servira’ per organizzare meglio i flussi dei cittadini attorno ai punti di raccordo, come via Salomone e piazza Duomo, dove il papa dira’ l’Angelus”. I cittadini che vorranno assistere all’Angelus “potranno accedervi da nove varchi, quindi piazza Duomo sara’ chiusa piu’ o meno come a capodanno” e ai varchi “ognuno verra’ controllato per poter accedere”. Per la visita a san Vittore, ha spiegato, oltre ai dispositivi di sicurezza e’ previsto un punto stampa davanti all’entrata del carcere.

PER LA VISITA MILLE VIGILI ‘IN CAMPO’ –  Per la visita del Papa “il comune di Milano solo in polizia locale impegnera’ circa mille persone, per un numero di oltre 420 pattuglie”. Lo ha riferito l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza, al termine del vertice in prefettura per definire le misure di sicurezza per il 25 marzo. Rozza ha spiegato che, poiche’ Monza, per fare fronte alle esigenze del 25 marzo, ha “bisogno di personale” aggiuntivo, “stiamo aspettando dal comune di Monza di sapere di quanti uomini hanno bisogno e quando. C’e’ una mobilitazione generale e siamo tutti felici di questo, perche’ riteniamo che la visita del papa a Milano sia un momento importante di comunita’”. All’incontro di stamani hanno partecipato prefetti di Milano e di Monza, il questore, i rappresentanti di Atm, Mm e Aler, Fabrizio Sala per la Regione, i comandanti della Guardia di Finanza, dei carabinieri, delle Guardie Svizzere e della polizia locale.

IL PAPA SULL’AUTO SCOPERTA – Saranno su auto scoperta gli spostamenti del papa in visita a Milano e Monza. Lo ha riferito l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza, al termine del vertice in prefettura per definire le misure di sicurezza per il 25 marzo. Obiettivo della “mobilitazione” delle forze dell’ordine, spiega Rozza, “e’ di garantire nel percorso che fara’ la sicurezza sia per lui sia principalmente per i cittadini, che vorranno assistere anche ai percorsi in auto scoperta del papa”.

DA CONFCOMMERCIO STRISCIONI DI BENVENUTO E LOCANDINE – “Benvenuto Papa Francesco”: da oggi sono installati i due striscioni – in corso XXII Marzo (altezza piazza Emilia) e in piazza San Pietro in Gessate – con i quali Confcommercio Milano, Lodi Monza e Brianza accoglierà il Pontefice nel suo percorso dall’aeroporto di Linate al centro di Milano. Presto gli striscioni verranno installati anche a Monza: in viale Brianza all’ingresso del Parco e in via Cesare Battisti all’ingresso della Villa Reale.
Ed è scaricabile dal sito www.confcommerciomilano.it la locandina dedicata a Papa Francesco da diffondere negli esercizi commerciali. Gli striscioni e la locandina segnalano anche l’appuntamento della Santa Messa al Parco di Monza il 25 marzo.

Condividi questo articolo