"/>
domenica 19 novembre 2017 16:49:04
omnimilano

Parisi ‘rilancia’ sulla legalità: “Rapporto diretto con procura, non con ex magistrati”

13 giugno 2016 comunali, Politica

Un rapporto diretto con Francesco Greco e la procura di Milano “in funzione, e non con quella in pensione”. Cosi’ oggi il candidato sindaco del centrodestra Stefano Parisi e il capolista Gabriele Albertini hanno annunciato, in caso di elezione, il “ritorno” di “Ali’ Baba’”, a quasi 20 anni di distanza dall’istituzione del gruppo di lavoro tra palazzo Marino e palazzo di Giustizia, voluto dall’allora sindaco per vigilare sulla legalita’ nell’amministrazione. “Con Ali’ Baba’ – ha detto Parisi – mettemmo in atto un modello di controllo che ora vogliamo aggiornare. Per garantire la legalita’ e’ piu’ opportuno lavorare con la procura di Milano che con degli ex magistrati”, ha spiegato in riferimento al comitato per la trasparenza annunciato dal competitor Giuseppe Sala con Gherardo Colombo.  “Per noi – ha spiegato Parisi – c’e’ la necessita’ di garantire la qualita’ e la trasparenze dell’amministrazione comunale e da questo punto di vista adotteremo degli strumenti moderni di gestione aziendale come nelle aziende, per ridurre al massimo i rischi, in termini di controllo di gestione, contabilita’ economica, internal audit. Per stringere sempre piu’ le maglie e consentire che tutto avvenga in maniera trasparente ed efficiente” nell’amministrazione “chiedero’ una collaborazione al prefetto e alla procura per fare in modo che queste partite vengano gestite in un coordinamento fra le istituzioni”. Per Parisi “il sindaco, il procuratore della Repubblica e il prefetto devono lavorare per la legalita’ nella citta’. Non abbiamo bisogno di commissioni o di comitati di controllo”.

Condividi questo articolo