"/>
mercoledì 28 giugno 2017 03:48:16
omnimilano

Papa, anche i sogni dei rapper di periferia “nella città che accoglie” Francesco

20 marzo 2017 Cronaca, Papa

Dai sogni dei rapper di periferia agli investimenti stranieri negli edifici di lusso a Porta Nuova. E’ il “Ritratto di Milano che aspetta Francesco” tracciato stamani a palazzo Marino in un confronto a piu’ voci organizzato dalla Diocesi, in vista delle visita del Santo Padre. Al centro, il tema del futuro dei giovani e della possibilita’ per loro di realizzare le proprie aspirazioni a Milano. Nel “ritratto” tracciato oggi c’e’ una indagine dell’Osservatorio Giovani dell’istituto Toniolo, per la quale il 74 per cento dei giovani si dice “felice”, non per un entusiasmo generico ma per un progetto di vita. E c’e’ anche il rap di Tobe e Tinez, che hanno una “paura gigante di restare soli” e vedono “fumo che migliora l’umore dei giorni tristi”, come cantano in un pezzo e in un video girato fra le case bianche di via Salomone. “Fra’, sto in zona a fare nulla” e’ il refrain della canzone dei due rapper di zona 4, fra impennate sul motorino e chiacchiere fra carcasse abbandonate di auto: “Tutto il giorno sulle stesse scale della chiesa e mai nessuno che prega”, “parecchie domande e le solite risposte”, “sappiamo entrambi che questa vita non fa per me” e “la svolta e’ figlia dei miei sogni questo lo so bene”, ma ancora “Fra, sto in zona fare nulla e ho finito le speranze”. Il papa vedra’ il quartiere di Tobe e Tinez e “la Milano di oggi che esce da Expo e da grandi risultati”, ha detto Maurizio Del Tenno, imprenditore e ad di China Investment, impegnato nella realizzazione di un nuovo edificio a Porta Nuova. E incontrera’ “una Chiesa ambrosiana che vede la sfida della societa’ plurale”, ha detto il vicario episcopale Luca Bressan, e che dal pontefice “attende una iniezione di genialita’ per essere capace di incidere”. Tra le iniziative per i giovani che seguiranno alla visita di papa Francesco, anche un contest cinematografico riservato ai giovani, promosso da Del Tenno con la Fondazione Ente dello spettacolo: dovranno raccontare come vogliono Milano per il loro futuro. Il bando sara’ pubblicato a meta’ aprile e i selezionati saranno premiati in un evento collaterale alla mostra del cinema di Venezia. Da tutti i loro contributi poi sara’ tratto un film.

Condividi questo articolo